Immagini rare dei mostruosi esperimenti dell’unità 731 sui cinesi e russi – Seconda parte – Sconsigliamo la visione a un pubblico sensibile

| | ,

CinaOggi > Immagini della Cina > Immagini rare dei mostruosi esperimenti dell’unità 731 sui cinesi e russi – Seconda parte – Sconsigliamo la visione a un pubblico sensibile

Ecco la seconda parte delle immagini degli esperimenti condotti dalla famigerata Unità 731 di Ishii Shiro, un microbiologo giapponese, su cittadini cinesi e russi.

Per saperne di più cliccate qui.
Il campo di concentramento dell’Unità 731 poco fuori Harbin era stato voluto dallo stesso Ishii durante l’invasione giapponese del nord della Cina nel 1936. La struttura era composta da 150 edifici. Secondo lo storico Sheldon H. Harris, gli scienziati giapponesi avevano un macabro senso dell’umorismo e chiamavano le loro sfortunate vittime ceppi (come pezzi di legno): potevano farli a pezzi, bruciarli vivi, torturarli. Se non avevano abbastanza candidati, la polizia segreta giapponese andava per le strade e letteralmente rastrellava le prime persone che capitavano a tiro e le portava nel campo di sterminio.

Le immagini dell’Unità 731

Source via Unit 731 images

Previous

Changsha immersa nello smog

Tornare a casa: momenti indimenticabili di viaggi in treno durante il Capodanno cinese

Next

2 commenti su “Immagini rare dei mostruosi esperimenti dell’unità 731 sui cinesi e russi – Seconda parte – Sconsigliamo la visione a un pubblico sensibile”

  1. queste bestialità degli uomini su altri uomini del’unità 731 giapponese come quelle dei campi di concentramento nazisti dal dott. menghele e la sua unità non hanno insegnato niente agli umanotteri che imperterriti continuano a massacrarsi donne uomini bambini.

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!