CinaOggi > Eventi > Feng Tang: una Cina fuori dagli schemi

Feng Tang: una Cina fuori dagli schemi

Data / Ora
Date(s) - 24/10/2017
6:00 pm - 9:45 pm

Luogo
Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione di Sesto San Giovanni

Indirizzo Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione di Sesto San Giovanni

Città Sesto San Giovanni

Nazione

Categorie


Informale, sfrontato, narcisista. Questi gli aggettivi attribuiti a Feng Tang, personaggio mediatico che tra critiche e lodi si è ritagliato una nicchia nel panorama cinese contemporaneo e si mantiene saldo sulla cresta dell’onda.

Classe 1971, Feng Tang è scrittore, traduttore, laureato in medicina ed economia e amministratore delegato della multinazionale McKinsey & Co.

Personaggio, dunque, poliedrico e controverso, ancora poco conosciuto in Italia ma già noto al pubblico cinese per i suoi scritti intrisi di sessualità e irriverenza, Feng Tang sarà in Italia per partecipare al laboratorio di traduzione letteraria dal cinese organizzato dall’Istituto Confucio dell’Università degli studi di Milano e diretto da Silvia Pozzi. Il 24 e il 25 ottobre terrà due incontri aperti al pubblico a Milano per parlare delle sue opere e della letteratura cinese.

Martedì 24 ottobre incontrerà gli studenti al Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione, in un incontro dal titolo “Feng Tang: una Cina fuori dagli schemi”. L’incontro è organizzato dall’Istituto Confucio dell’Università degli studi di Milano, in collaborazione con il Contemporary Asia Research Centre e il Dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali (Piazza Montanelli 1, Sesto San Giovanni) – Aula T9.
Il giorno seguente, Feng Tang dialogherà, in veste di traduttore, sul grande poeta indiano Tagore con Alessandra Lavagnino, docente di lingua e cultura cinese, e Donatella Dolcini, docente di lingua hindi e cultura indiana. L’autore, che ha recentemente tradotto nuovamente la raccolta “Stray Birds”, si soffermerà sull’importanza letteraria di Tagore e sulla sua contestata traduzione, accusata dagli intellettuali indiani e cinesi di essere troppo volgare e lontana dall’originale. Nel corso dell’incontro verranno recitate alcune poesie di Tagore in italiano e in cinese.

L’incontro, organizzato dall’Istituto Confucio dell’Università degli studi di Milano, si terrà mercoledì 25 ottobre alle 18:00 al Laboratorio Formentini per l’Editoria (Via Formentini 10, Milano).

Ingresso libero.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!