CinaOggi > Intrattenimento > L’Inter vuole continuare a vincere: Inzaghi come Conte

L’Inter vuole continuare a vincere: Inzaghi come Conte

Da quando la compagnia cinese Suning è apparsa nella storia dell’Inter, la squadra nerazzurra è tornata a essere importante a livello nazionale.

La vittoria dello Scudetto, nella stagione 2020-21 è senza dubbio un attestato del gran lavoro svolto dalla proprietà asiatica, la quale dopo anni di sacrifici, soprattutto dal punto di vista economico, si è vista ricompensata di un titolo che mancava nella sede nerazzurra dalla primavera del 2010. All’epoca infatti, la squadra era allenata da José Mourinho e ottenne lo storico triplete. Le cessioni di Achraf Hakimi e Romelu Lukaku, oltre all’addio di Antonio Conte, hanno sicuramente indebolito una compagine che l’anno scorso con il tempo era diventata quasi imbattibile. Nonostante ciò, il lavoro svolto da Beppe Marotta nel mercato appena conclusosi, è stato importante per non far rimpiangere troppo questi grandi assenti, tutte delle figure di prim’ordine a livello mondiale.

L’Inter di Inzaghi lotta per un nuovo scudetto e già si parla di “Conte Bis”

L’Inter, che entro fine settembre viene vista come una delle squadre più indicate a vincere lo Scudetto secondo le quote più aggiornate delle migliori scommesse sul calcio del momento, insieme al Milan e alla Juventus, ha dato l’impressione di aver mantenuto comunque una solida ossatura per poter difendere il titolo vinto l’anno scorso. L’arrivo di un tecnico capace come Simone Inzaghi, ha senza dubbio aiutato a non smantellare l’assetto tattico organizzato da Conte. Il piacentino, infatti, preferisce come il suo predecessore, il modulo 3-5-2 e un tipo di calcio diretto senza un eccessivo palleggio, circostanza che gli ha permesso di potersi inserire facilmente sulla panchina nerazzurra.

Inoltre, gli acquisti di Dumfries, Dimarco e Correa hanno permesso al nuovo allenatore di poter disporre di giocatori già pronti a seguire le sue direttive tattiche e soprattutto, dare vita al suo schema. Insieme a loro, si aggiunge un bomber come Edin Dzeko, che oltre a garantire tanti goal è anche molto bravo nei passaggi ai suoi compagni, realizzando così, ottime azioni di cui il regista offensivo. Insieme a Lautaro Martinez, il bosniaco forma una delle coppie meglio assortite e più forti del campionato italiano, per non dire la più solida di tutte. Poche squadre, infatti, dispongono di due attaccanti così bravi a scambiarsi di posizione e a capirsi l’uno con l’altro, mostrando una grande intesa.

I nerazzurri e lo schema vincente della difesa, vera punta di diamante del Club

Tuttavia la grande forza sulla quale può contare Inzaghi rimane la difesa, la grande arma di Conte e lo zoccolo duro di un undici che si basa prima di tutto sulla sua solidità nelle retrovie. Il portiere e capitano Samir Handanovic è infatti uno degli strenui difensori più esperti e sicuri del campionato, e nonostante non sia più giovanissimo, rappresenta una garanzia anche per come guida la difesa sotto il suo comando.

Davanti a lui, il trio difensivo composto da Skriniar, De Vrij e Bastoni è senza alcun dubbio, il più forte del campionato, con ogni giocatore impegnato a condividere intenzioni e azioni in uno schema vincente. In mezzo, invece, il dinamismo di Barella si sposa alla perfezione con le geometrie di Brozovic e l’abilità tecnica di un Calhanoglu, che dopo vari anni senza continuità di rendimento al Milan, adesso potrebbe aver trovato la sua dimensione, dall’altro lato dei Navigli. 

Previous

La Cina limiterà l’uso dell’aborto per “scopi non medici”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.