CinaOggi > Economia cinese > Fitch taglia le previsioni di crescita della Cina in seguito alla crisi di Evergrande

Fitch taglia le previsioni di crescita della Cina in seguito alla crisi di Evergrande

Il downgrade di Fitch riflette il nervosismo dei mercati, HSBC considera preoccupante la situazione

Articoli correlati: China Suburbia: dai villaggi urbani alle città fantasma

L’agenzia di rating Fitch ha tagliato le previsioni di crescita dell’economia cinese a causa del rallentamento del mercato immobiliare cinese e dei timori per il gigante immobiliare Evergrande, sepolto dai debiti.

In seguito alla pandemia di COVID-19, l’economia cinese aveva goduto di un rapido rimbalzo economico, ma le nuove rigide normative recentemente introdotte dai regolatori del paese hanno causato una corsa alla riduzione dell’indebitamento e hanno contribuito alla crisi di Evergrande.

Le azioni della compagnia cinese quest’anno hanno perso oltre l’80% del loro valore quest’anno, e avevano recuperato giovedì dopo avere segnalato di poter ripagare almeno una parte del debito da 300 miliardi di dollari.

I mercati azionari ad ogni modo temono un possibile contagio nella seconda economia più grande del mondo. Secondo Fitch la crescita potrebbe essere del 8,1% anziché del 8,4% a causa del rallentamento del settore immobiliare.

Secondo l’amministratore delegato di HSBC, che ha investito massicciamente in Cina, i problemi di Evergrande avranno un impatto negativo sui mercati, ma non sulla banca.

La debolezza del mercato immobiliare cinese ha causato una perdita di oltre il 20% del valore delle case su base annua. Il rallentamento è stato in parte dovuto a regolamentazioni più severe da parte delle autorità che cercano di frenare l’aumento dei prezzi e l’eccessivo indebitamento delle aziende.

Fonte

Caso Huawei, la Cina libera Michael Kovrig e Michael Spavor

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.