CinaOggi > News dalla Cina > Giornalisti stranieri aggrediti nello Henan perché ‘diffamano’ il paese

Giornalisti stranieri aggrediti nello Henan perché ‘diffamano’ il paese

Due giornalisti aggrediti a Zhengzhou per avere infangato il paese

Una giornalista del Los Angeles Times, Alice Su, e un corrispondente di Deutsche Welle, Mathias Boelinger, sono stati circondati e affrontati per le strade di Zhengzhou da una folla di cittadini cinesi che li ha accusati di “diffondere voci” e di calunniare la Cina. Anche altri giornalisti, in particolare della BBC, sono stati presi di mira.

I due giornalisti, sono stati inviati nella regione per parlare delle conseguenze delle devastanti inondazioni dei giorni scorsi che hanno colpito con particolare violenza la regione dello Henan. Le piogge poi si sono spostate a nord.

I due giornalisti erano in una zona dove un mercato sotterraneo è stato inondato e molti negozianti hanno perso i loro beni.

ALice Su, in un messaggio su Twitter ha detto che vi erano numerose persone a Zhengzhou e nelle zone colpite che erano disposte a parlare della distruzione e delle difficoltà. Ma questa folla sembrava davvero arrabbiata e desiderosa solo di rimproverare gli stranieri.

Secondo quanto riportato da Boelinger sui social media, l’uomo ha detto di essere stato spintonato e sgridato per avere “infangato la Cina”, e a un certo punto è apparso evidente che la folla credeva che lui fosse il corrispondente della BBC Robin Brant.

Stephen McDonell, un altro giornalista della BBC in Cina ha affermato che la campagna d’odio è stata orchestrata da qualcuno, in particolare proprio contro la BBC.

Un hashtag relativo all’incidente è stato visto più di 27 milioni di volte su Weibo.

Molti dei commenti erano critici e alcuni offensivi e minacciosi. Sono state inoltre condivise informazioni personali dei giornalisti. Alcuni commentatori hanno chiesto che i giornalisti, tra cui Boelinger e Su, siano deportati, mentre la Lega della Gioventù Comunista ha invitato le persone a seguire Brant e a segnalare la sua posizione.

Negli ultimi 18 mesi almeno 16 giornalisti americani sono stati espulsi dal paese, 4 giornalisti sono stati costretti a fuggire, ed altri due giornalisti, la conduttrice televisiva australiana Cheng Lei e la giornalista cinese di Bloomberg Haze Fan sono state arrestate.

Previous

Sopravvissuta a un gulag cinese di Gulbahar Haitiwaji

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.