CinaOggi > Cultura cinese > Arte Classica Cinese > Intervista con l’Artista e Calligrafa Si Jie Loo

Intervista con l’Artista e Calligrafa Si Jie Loo

Si Jie Loo cattura l’essenza dell’umanità attraverso l’inchiostro.

Si Jie Loo è un’artista cinese-malese che vive e lavora a Providence, RI, Stati Uniti. Si Jie ha studiato sotto la guida del maestro pittore malese, specializzato in opere ad inchiostro, Dr. Cheah Thien Soong. Ha ricevuto una lode in Studio Art al Dartmouth College nel 2014. Dopo la laurea è tornata in Malesia e si è recata in Cina con una borsa di studio per “fondere” la sua educazione artistica occidentale con le sue radici tradizionali cinesi nella calligrafia e nella pittura ad inchiostro. Come artista della diaspora, è regolarmente in movimento tra luoghi, culture, generi musicali e lingue. La sua pratica incorpora costantemente nuove influenze e le sue opere onorano il processo di pittura spontanea ed intuitiva combinato con un ponderato atto di bilanciamento d’inchiostro e colori. Ha attraversato l’altopiano tibetano e la Via della Seta nel nord-est della Cina, riflettendo questo viaggio nella mostra Meditazione fisica, tenutasi a Penang, in Malesia, sito patrimonio dell’UNESCO, nel gennaio 2018.

Sito Ufficiale | Instagram | Youtube

Puoi parlarci un po’ di te?

Sono un artista cinese-malese che è cresciuta ballando, suonando la batteria e disegnando. Dal balletto russo, al dulcimer cinese ai tamburi africani, sono un’artista multidisciplinare che assorbe ed esprime se stessa attraverso una vasta gamma di forme d’arte. La mia curiosità e tenacia mi ha portato a studiare e vivere in Norvegia, Thailandia, Marocco, Spagna e attualmente negli Stati Uniti.

È un’artista eclettica con una capacità unica nel tradurre visivamente le culture, il cui lavoro riflette le sue radici nella diaspora cinese

si jie loo calligraphy 5
Dipinti ad inchiostro su carta xuan realizzati durante la pandemia

Hai sempre avuto chiara, sin dall’infanzia, la tua carriera come artista?

No. Ero una tipa studiosa la cui ambizione era di esplorare il mondo oltre il mio paese. Ho lavorato seguendo le orme dei più grandi: dalla prima della mia classe, fino ad essere l’asso nello sport, mi sono impegnata nelle attività extracurriculari e nei miei voti in modo da poter ottenere una borsa di studio per studiare all’estero. Tuttavia sono stata sempre molto propensa all’arte sin da quando ero molto giovane! A mia insaputa, ho usato il potere dell’arte per riscoprire le mie radici e le mie tradizioni quando ho studiato all’estero.

Cosa ti ha spinto a studiare calligrafia e pittura ad inchiostro?

Quando ero nel mio ultimo anno al Dartmouth College per completare il mio studio d’arte, ho notato che ero molto esperta con le tecniche di pittura a base d’acqua rispetto ai miei coetanei (ci sono state insegnate solo tecniche di pittura ad olio al college). Ho capito che la mia esperienza d’apprendimento della calligrafia e dell’acquerello da quando ero bambina mi è rimasta impressa, ed è un “nuovo” strumento per me per esprimermi artisticamente. La mia tesi di laurea si chiamava “Swirling Spirit”, un’installazione di segni circolari ad inchiostro, tintura naturale ed acquerello su tessuto, che rende omaggio alle mie tradizioni cinesi di calligrafia ed inchiostro. Da allora ho continuato ad approfondire l’arte della calligrafia e dell’inchiostro.

si jie loo calligraphy 4
si jie loo calligraphy

Combini diversi elementi nelle tue opere: tecniche di pittura a inchiostro cinese, tracce della diaspora ed una cultura in continuo movimento. Come trovi l’equilibrio tra tradizione ed innovazione?

Un musicista una volta mi ha detto che non c’è tradizione senza l’artista. Perché una forma d’arte tradizionale continui, deve passare attraverso l’artista che è il vaso, che poi reinterpreterà ed esprimerà le tradizioni nel suo modo unico. Anche le tradizioni si sono sempre mosse e sono cambiate a causa delle persone che la praticano in tempi diversi.

Cosa speri di comunicare con la tua arte?

Spero di rendere omaggio con la mia arte a filosofi e artisti antichi, la cui saggezza ha influenzato generazioni dopo di loro. Non sono completa senza il mio passato, presente e futuro. Aspiro a creare in modo veritiero ed autentico e spero che la mia arte possa toccare altre anime.

Si Jie cerca le sue muse nelle collezioni di musei, paesaggi sacri, arte popolare ed utilizza musica, danza, calligrafia ed inchiostro nelle sue opera d’arte

si jie loo calligraphy 3
si jie loo calligraphy

Hai studiato e vissuto in Norvegia, Tailandia, Marocco, Spagna e ora negli Stati Uniti. Quali ostacoli nella vita ti ha aiutato a rafforzare il viaggio? In che modo queste esperienze hanno arricchito il tuo modo di creare arte?

I miei viaggi mi hanno aiutato ad acquisire saggezza, coraggio e fiducia nella mia ricerca di scoprire ed esprimere me stessa. Mentre la maggior parte delle persone vede le differenze, io vedo un’umanità con bellissimi rituali che canta le stesse preghiere e lodi per la bellezza, la natura ed il ciclo della vita. La mia arte mira ad esprimere quella bellezza e passione senza confini dell’umanità.

Puoi condividere con noi qualche ricordo significativo del tuo viaggio attraverso l’altopiano tibetano e la Via della Seta nel nord-est della Cina?

Sono stata completamente presa dal bellissimo paesaggio sacro dell’altopiano tibetano, dal deserto del Gobi, dalle pitture rupestri buddiste di 1600 anni e dai devoti del monastero. Ho sentito la vastità ed il potere dei paesaggi sacri che ho realizzato, quando sono tornata, in un intero corpo di lavoro che è la mia mostra personale “Meditazione fisica”.

si jie loo calligraphy 2
si jie loo calligraphy

L’odio anti-asiatico non è nuovo. Sei rimasta sorpresa da questa violenza contro gli asiatici americani? Quali sono le tue emozioni in questo periodo?

Ho studiato la storia degli asiatici nelle Americhe fin dal periodo della corsa all’oro, quindi non sono sorpresa dalla violenza contro gli asiatici americani che persiste oggi. Pur essendo turbata, sono stata anche molto motivata dalle voci forti degli asiatici che si sono unite per combattere questa discriminazione.

Se l’odio è un virus, esiste un vaccino? Pensi che l’arte possa aiutare le persone a combattere i pregiudizi e l’odio?

L’arte è molto potente se fatta bene per suscitare empatia e colmare lacune ed incomprensioni. Dopotutto non siamo così diversi siccome siamo tutti umani. Le poesie e le storie di MacArthur Genius Ocean Vuong mi sono state molto d’aiuto e curative in questo momento.

La pratica artistica di Si Jie attinge dalle tradizionali tecniche di pittura ad inchiostro cinese. Si Jie si avventura spesso in pellegrinaggi d’arte per trarre ispirazione da luoghi leggendari e antichi in tutta la Cina

si jie loo calligraphy
si jie loo calligraphy

Gli Stati Uniti celebrano maggio come mese del patrimonio dell’Asia e del Pacifico americano. Credi che questo mese sia un promemoria concreto che la diversità rafforza? Gli asiatici hanno reali pari opportunità?

Questo mese è una vera piattaforma per evidenziare e mostrare quanto avanti siamo arrivati e quanto ancora dobbiamo andare avanti per raggiungere una vera equità. È un momento di riflessione sullo sfondo di una pandemia globale. Dobbiamo impegnarci a lavorare verso l’equità, per quanto tempo ci voglia nel nostro campo di competenza, nel mio caso, attraverso la mia voce, la mia arte, le mie storie.

Foto cortesemente concesse da Si Jie Loo

Previous

La polizia di Hong Kong arresta un giornalista di Apple Daily all’aeroporto

Amnesty International Su Hong Kong: “la Legge Sulla Sicurezza Nazionale Ha Causato Un’emergenza Dei Diritti Umani”

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.