CinaOggi > Arte cinese > Saggi, articoli & interviste > Intervista alla fotografa, produttrice e direttrice della fotografia Tian Liu

Intervista alla fotografa, produttrice e direttrice della fotografia Tian Liu

Tian Liu è un acclamata direttrice della fotografia e fotografaTian Liu è nata in Cina, dove ha studiato giornalismo sportivo. Ha lavorato come giornalista e libera professionista a CCTV, China Net e nel corpo dei giovani giornalisti. Mentre insegnava matematica agli orfani come volontaria in Kenya, Liu si è sentita ispirata a fotografare la loro vita. Questa esperienza le ha fatto capire che voleva diventare una regista professionista. Seguendo il suo sogno, Tian Liu ha conseguito il suo MFA in cinematografia alla New York Film Academy. A 25 anni, il Festival di Cannes ha selezionato uno dei suoi film. Lavora su film narrativi, fashion film, reality TV e documentari. Tian ha contribuito a numerosi e vari progetti cinematografici catturati su pellicole da 35 e 16 mm. È una delle poche direttrici della fotografia della sua generazione esperta e fedele alla strumentazione originale del cinema. Ha avuto successo come fotografa pubblicando i suoi lavori su riviste e giornali di alto profilo, tra cui China Daily, e le sue foto sono state presentate su Vogue Italia. È anche una delle migliori fotografe di moda cinesi in America. Tian Liu ha aperto la sua compagnia specializzata in film e fotografia. È conosciuta anche come Fendou Liu. Tian Lu è la fondatrice di Tigertail Pictures.

Sito Ufficiale | Instagram

Cosa ti ha spinto a diventare un direttore della fotografia ed un fotografa? Perché hai deciso di diventare un artista visiva?

Quando avevo 20 anni, sono andata in Kenya per fare volontariato internazionale. Quell’esperienza mi ha motivata a diventare un’artista visiva. Ho vissuto in uno slum per 2 mesi ed ho insegnato matematica in un orfanotrofio. Il bambino più piccolo aveva solo 6 anni. I bambini non hanno scarpe da indossare, possono mangiare solo mais e riso ogni giorno, e nonostante questo sono ancora così ottimisti e felici della vita. Volevo aiutarli, quindi ho usato la macchina fotografica per registrare e fermare il tempo trascorso con loro, ero una fotoreporter per China Newsagency in quel momento. Ho scritto le loro storie come topics speciali ed i repotorts sono stati ristampati e pubblicati sui principali siti web di portali come China News Service, China Daily, Phoenix.com, ecc. Tutti hanno pubblicato le loro storie. Sarebbe molto gratificante se qualcuno li aiutasse in futuro. Questa è stata la mia originale motivazione nel voler diventare un’artista visiva. Voler usare il linguaggio nel mio obiettivo per aiutarli e migliorare le loro vite. Come studente laureanda in giornalismo, gli anni di studio professionale hanno semplicemente costituito la culla della mia passione per la fotografia. Come studente universitaria, ho lavorato sia come reporter che come “composer” in maniera gratuita rispettivamente presso CCTV, China Net e Young Press Corps. Questi periodi mi hanno dato l’opportunità di visitare l’Africa, Hong Kong e Taiwan; il tutto alla ricerca di un ulteriore “perfezionamento” della mia composizione fotografica. Successivamente, i miei ricordi individuali consistono nel tempo e negli obiettivi che bollono dietro le mie foto, filtrati dalla mia crescente esperienza di vita e dalla scala di lettura. Credo che questo sia il fascino della fotografia. Profondamente commosso dai piaceri del mio lavoro passato e dei miei viaggi, considero sempre la fotografia una scienza magicamente misteriosa che può portare il mio corpo – come portare la mia anima – nei regni sconosciuti del tempo e dello spazio, regni in cui non cesserò mai per cercare nuove scoperte nella mia autocoscienza.

I miei ricordi individuali consistono nel tempo e negli obiettivi che ribollono dietro le inquadrature, filtrati dalla mia crescente esperienza di vita e dalla scala di lettura”. – Tian Liu

tian liu photography 6
Tigertail Pictures è diventata la fonte numero 1 per le società cinesi che cercano di ottenere visibilità a Los Angeles e nel più ampio mercato statunitense

Tian ha costruito un’incredibile rete di clienti famosi statunitensi e cinesi

Chi è stata la tua più grande influenza o fonte d’ispirazione come persona e come creativa?

Il ricordo d’infanzia di un raggio ondeggiante di luce rossa che squarciava la profonda oscurità della stanza ha suscitato un interesse nel campo della fotografia, che avrebbe determinato l’età adulta di Liu e il corso della vita in generale. Sedotta dal “particolare” odore della soluzione in via di sviluppo – una miscela di acido tioico e sale acido – le mani di Liu reggevano la sua primissima macchina da presa Ricoh quando aveva solo sette anni. Dai fumi della camera oscura nacque un ardente entusiasmo e la fotografia divenne gradualmente il modo assoluto per registrare la sua crescente impronta su questa Terra.

“I miei ricordi sono il tempo e gli obiettivi che ribollono dietro le inquadrature, filtrati dalla mia crescente esperienza di vita e dalla scala di lettura”. – Tian Liu

“Prima di un servizio fotografico, mi piace visitare musei o gallerie; o librerie. Sarò sempre ispirato dall’arte di altre persone”. – Tian Liu

Paolo Roversi è una figura di grande ispirazione per me. Mi ha insegnato ad ampliare i miei orizzonti e studiare i miei argomenti d’interesse. “Per me la luce è vita – e la prima luce che vedo è il sole”, e cito Roversi, “Quindi quando penso alla luce, penso al sole e nient’altro. La luce della finestra è la più importante luce per me. Quando scatto una foto utilizzando la luce della finestra, penso sempre a quanto sia lungo il viaggio che sta facendo la luce per raggiungere il mio soggetto.” Le sue opere, con la loro raffinatezza e sensibilità di base, il romanticismo, la fragilità, raffigurano il soprannaturale, il magico e la bellezza piena di luce delle donne. Sento anche che le sue foto mostrano un’emozione davvero forte che le rende ancora più belle e toccanti. L’emozione numero 1 che posso provare che proviene dalla sua fotografia è l’amore. L’amore tra donne e uomini, l’amore tra uomini e uomini, l’amore tra due donne … Questo mi ha influenzato in larga misura.

Se devo scegliere un regista che mi piace davvero, direi, Tim Burton. Tim Burton è uno dei più influenti registi americani di metafisica assurda. È conosciuto come un fantasma nell’industria cinematografica. La maggior parte dei suoi film ha un buon botteghino. Non solo mostrano uno strano stile dark, ma sono anche apprezzati dal pubblico. Benvenuto! Le opere di Tim Burton sono strane e indisciplinate, ma hanno una magia affascinante. Lo stile dark, lussuoso e decadente, malinconico è una delle caratteristiche più apprezzate di questo fantasma. Quando le persone menzionano i suoi film, diranno “gotico”, “oscuro” e “strano”. Basandosi su colori esagerati, personaggi stravaganti, diversi stili di costumi e una colonna sonora mozzafiato, le opere di Burton impressionano il pubblico più e più volte. Queste scene oscure, che avrebbero dovuto essere raccapriccianti, se ci penso, nei film di Burton sono colorate come uno scherzoso negozio di giocattoli e sono pieni di battute. Al contrario, sono gli “adulti” che urlano e fuggono. Le “persone normali” diventano alieni. Nell’arte cinematografica di Tim Burton, bianco e nero, horror e amichevole, crudele e gentile non sono parole che si escludono a vicenda. Persone e mostri dall’aspetto strano possono essere impavidi e nobili, e le immagini terrificanti sono piene di calore e tranquillità. “È un artista, un genio, un mostro, un pazzo, eccezionale, coraggioso, super divertente, deviante e fedelissimo amico. Non ho mai visto nessuno così chiaramente incompatibile con questo mondo, ma allo stesso tempo armonioso. Questo è Tim Burton. “

tian liu photography 5
Nelle sue opere le piace che le cose sembrino naturali, che sembrino reali, è anche sempre fedele a ciò che il suo istinto le dice che è giusto. Mescolando pezzi del passato con previsioni del futuro, sperimenta la rinascita in un ciclo continuo, poiché crede che una foto non blocchi mai il passato, ma piuttosto ridefinisce il tempo in sé

Cosa ami di più del tuo lavoro? Quali sono le ricompense più grandi?

Quello che amo di più del lavoro è il senso di realizzazione. Sono molto appagata della soddisfazione del cliente dopo aver completato il progetto. Il più grande guadagno per me dal lavoro è continuare ad imparare e ci sono molte cose da imparare, come la necessità di migliorarmi continuamente. Ovviamente, il guadagno più grande sono i membri del team su cui vale la pena fare affidamento e una buona squadra.

Dove trovi la tua ispirazione? Qual è il processo creativo dietro il tuo lavoro? Cosa vuoi comunicare?

Musei, film, poesia e vita ci danno moltissima ispirazione. Il processo creativo è in realtà molto apprendimento, guardare più film, leggere più libri e andare in più posti. Tutto ciò che voglio esprimere è possibile, chiunque io voglia essere e cosa voglio ottenere, finché mi concentro e lavoro duro, sarà raggiunto.

Dato che in passato ho girato diversi documentari e pezzi d’attualità, ora voglio spostare la mia attenzione sul “ritratto femminile “, ovvero mostrare il lato femminile delle donne potenti. Sono belle, potenti e sexy”. – Tian Liu

tian liu photography 4
Non rinuncia mai ai suoi sogni e crede sempre che otterrà tutto ciò che vuole se si impegnerà davvero. Tian Li è mossa da un ardente entusiasmo. Con le sue opere cerca di fondere visione ed emozione e di cogliere i segni dei tempi

Hai una vasta esperienza lavorativa, hai girato documentari e ti sei concentrata sui ritratti femminili che mostrano il potere delle donne. C’è qualche tuo lavoro a cui sei particolarmente legata o che ha segnato un momento o un cambiamento significativo nella tua vita personale?

Mescolando pezzi del passato con previsioni del futuro, io – come fotografa – sperimento la rinascita in un ciclo continuo. In altre parole, “fotografia” equivale a “rinascita”, ancora di più dato che una foto non blocca mai il passato, ma piuttosto ridefinisce il tempo in sé. Ad esempio, la debole comunicazione interpersonale tra le persone urbane, secondo me deriva da un senso di vuoto, perché nessuno di noi può sfuggire alle preoccupazioni di un passato immutabile, un presente ansioso o l’enigma che è il futuro. Tuttavia, la fotografia può fornirci il mezzo definitivo per immergerci nei nostri ricordi e da lì riconfigurare il tempo, ovvero usare il presente per predire il nostro futuro. Quindi, amo la fotografia. Lei è l’amore della mia vita. Mi piace inseguire la “bellezza” della persona che viene fotografata. Quando i ritratti sono privati della cultura e della civiltà, ciò che rimane è la comprensione della bellezza da parte delle persone. La bellezza è ovunque nella mia memoria: volti, paesaggi, gesti, oggetti di uso quotidiano, che mi piace molto fotografare. Il lavoro più influente per me sono i bambini nell’orfanotrofio keniota.

link:http://world.chinadaily.com.cn/2015-03/16/content_19824048.htm

tian liu photography 3

Mi sono resa conto che le immagini hanno potere, possono raccontare agli altri una storia e possono anche aiutare le persone e dare loro una vita migliore. Amo raccontare storie e voglio essere un’artista visiva “. – Tian Liu

Dalla Cina agli Stati Uniti. Hai studiato a New York ed ora hai uno studio a Los Angeles. Quali sono stati i maggiori vantaggi? Quali sono le principali differenze che hai notato che ti hanno aiutato a crescere come persona e come professionista?

Il vantaggio più grande è essere seri nelle cose, non smettere di fare le cose bene, essere fermi nella volontà ed inarrestabili. La mia esperienza mi ha reso più professionale. Fotografo da 10 anni. Ho girato 7 lungometraggi, 50 cortometraggi e 40 spot pubblicitari. Ho più esperienza di ripresa che mi rende più professionale.

Cosa significa essere una donna che lavora nella cinematografia al giorno d’oggi? Quali sono state le sfide più grandi che hai incontrato come professionista donna? Il genere conta ancora?

Significa libertà e speranza. La sfida più grande è che le persone vengono sottovalutate a causa del sesso e dell’età, ma la forza permetterà di dimostrare e far capire all’altra parte il suo errore. Il genere non è più importante come una volta. Finché il lavoro è buono, sarà riconosciuto dal cliente.

tian liu photography 2
tian liu photography 2

Credo sempre che la mia ardente passione per le immagini della mia infanzia e i miei sforzi scrupolosi con forte volontà debbano supportarmi per realizzare il mio sogno iniziale”. – Tian Liu

Cosa si è ottenuto e cosa resta da fare nel campo dei diritti delle donne?

Nella mia carriera posso dire che: due dei miei lavori sono stati selezionati al Festival di Cannes ed i miei lavori sono stati selezionati per quasi 200 festival cinematografici e hanno vinto quasi 100 premi. Sono stata anche fortunata a partecipare a Forbes 30under30.

Puoi condividere con noi qualche storia significativa dal backstage dei tuoi progetti?

Non posso dire, preferisco mantenerle segrete …

Pensi che la pandemia stia causando anche della disuguaglianza di genere? Che consiglio vuoi dare alle donne emergenti della cinematografia e della fotografia? Come rimanere motivate e determinate? Come possono le donne trovare l’equilibrio nei periodi dei cambiamenti?

Non mi preoccupo mai della disuguaglianza. Finché avrò la forza, sarò sempre vista. Il mio suggerimento è di provarlo con l’azione e godersi il processo, quando lo adoro davvero. Il fitness renderà le persone più felici e più motivate. Non mi preoccupo mai delle donne. Molte registe donne ci sono riuscite. Niente è impossibile! Anche per le fotografe, direttrici della fotografia, desidero che siano positive, dedite, seguaci ed appassionate per l’emancipazione femminile.

Foto cortesemente concesse da Tian Liu

Previous

La Cina conduce esercitazioni aeree dopo la dichiarazione Usa-Giappone su Taiwan

La Cina critica l’Australia per la cancellazione dell’accordo sulla Belt and Road

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.