CinaOggi > Economia cinese > La Cina infligge multa record a Alibaba dopo indagine sul monopolio

La Cina infligge multa record a Alibaba dopo indagine sul monopolio

La Cina ha inflitto una multa record di 2,8 miliardi di dollari ad Alibaba Group Holding Ltd., dopo che una indagine anti-monopolio ha scoperto che la compagnia ha abusato della sua posizione dominante sul mercato.

La sanzione di 18,2 miliardi di yuan è il triplo della precedente multa record inflitta nel 2015 al chipmaker americano Qualcomm Inc., e si è basata sul 4% delle entrate interne 2019 di Alibaba.

L’azienda dovrà anche avviare “rettifiche complete”, dalla protezione dei commercianti e dei clienti al rafforzamento dei controlli interni, ha detto l’agenzia in una dichiarazione di sabato. La multa rappresenta circa il 12% del reddito netto di Alibaba per l’anno fiscale 2020.

Il governo cinese sta esaminando altre parti dell’impero del miliardario Jack Ma, comprese le attività di prestito al consumo di Ant Group Co. e le ampie partecipazioni di Alibaba nei media.

Alibaba ha utilizzato algoritmi e regole interne “per mantenere e rafforzare il proprio potere di mercato e ottenere un vantaggio competitivo improprio”, ha concluso l’amministrazione statale per la regolamentazione del mercato nella sua indagine. L’azienda dovrà probabilmente cambiare una serie di pratiche, come l’esclusività dei commercianti, che secondo i critici l’hanno aiutata a diventare il più grande e-commerce della Cina.

La multa manda un forte segnale al settore tecnologico: questi tipi di condotta di esclusione non saranno più tollerati.

L’azione del governo invia un chiaro avvertimento al settore tecnologico mentre il governo esamina l’influenza che aziende come Alibaba e il gigante dei social media Tencent Holdings Ltd. esercitano su sfere che vanno dai dati dei consumatori alle fusioni e acquisizioni.

Alibaba ha detto che terrà una conferenza telefonica lunedì mattina ora di Hong Kong per affrontare le domande riguardanti il decreto dell’antitrust.

L’azienda con sede a Hangzhou sarà tenuta ad attuare “rettifiche complete”, tra cui il rafforzamento dei controlli interni, il sostegno della concorrenza leale, e la protezione delle imprese sulla sua piattaforma e dei diritti dei consumatori. Dovrà presentare relazioni sull’autoregolamentazione all’autorità per tre anni consecutivi.

Previous

La Cina potrebbe mescolare i vaccini per rafforzarne l’efficacia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.