CinaOggi > Economia cinese > Le tre maggiori Telecom cinesi perdono 5,6 miliardi di dollari in valore, gli indici azionari le rimuovono

Le tre maggiori Telecom cinesi perdono 5,6 miliardi di dollari in valore, gli indici azionari le rimuovono

China Mobile, China Telecom e China Unicom Hong Kong sono state rimosse dagli indici di riferimento azionari MSCI Inc, FTSE Russell e S&P Dow Jones a causa del recente divieto d’Investimento degli Stati Uniti che ha fatto precipitare i prezzi delle loro azioni.

Le cancellazioni delle Telecom cinesi si aggiungono a una serie di aziende cinesi già rimosse dagli indici a causa dei veti americani.

Queste aziende contano su un gran numero di investitori passivi e gli annunci hanno cancellato un totale di 5,6 miliardi di dollari dal valore delle loro azioni negoziate a Hong Kong venerdì.

Le cancellazioni dell’indice derivano da un ordine del presidente uscente Donald Trump, che vieta agli americani di investire in aziende cinesi che gli Stati Uniti ritengono abbiano legami con l’esercito cinese.

MSCI ha detto che avrebbe eliminato le tre società dagli indici cinesi l’8 gennaio e FTSE Russell ha detto che sarebbero state tagliate dalla serie Global Equity Index e dagli indici China A Inclusion l’11 gennaio.

S&P Dow Jones Indices rimuoverà le azioni negoziate a Hong Kong delle tre società, così come i titoli a reddito fisso di China Telecom e China United Network Communications Co Ltd il 12 gennaio.

China Telecom e China Unicom Hong Kong hanno dichiarato che si aspettavano che il delisting del NYSE (New York Stock Exchange) avrebbe intaccato i prezzi delle azioni. China Mobile ha detto che si riserva il diritto di proteggere i propri interessi.

Il ministero degli esteri cinese ha detto che si oppone fermamente a quello che ha definito un abuso di potere degli Stati Uniti per opprimere le aziende cinesi.

I gestori dei fondi affermano che l’impatto sul mercato potrebbe essere di breve durata in quanto è probabile che gli investitori non statunitensi intervengano e acquistino le azioni.

Ma il potenziale di ampliamento dell’ambito di applicazione delle regole ha mantenuto alcuni investitori nervosi – soprattutto dopo la notizia che il divieto potrebbe essere esteso ai giganti della tecnologia Alibaba e Tencent.

Goldman Sachs ha stimato che circa 77,5 miliardi di dollari in obbligazioni offshore cinesi potrebbero essere soggetti a restrizioni.

Previous

Joshua Wong riarrestato per avere violato la legge sulla sicurezza nazionale voluta da Beijing

I nuovi dati dal Brasile mostrano un’efficacia soltanto del 50,4% per il vaccino cinese CoronaVac

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.