CinaOggi > News dalla Cina > L’amministrazione Trump notifica al Congresso la proposta di vendere 1,8 miliardi di dollari di armi a Taiwan

L’amministrazione Trump notifica al Congresso la proposta di vendere 1,8 miliardi di dollari di armi a Taiwan

Il governo americano ha notificato al Congresso una proposta di vendita di sistemi d’arma avanzati per 1,8 miliardi di dollari a Taiwan.

Secondo molti analisti, la mossa aumenterà le tensioni con Beijing.

Secondo quanto pubblicato dall’avviso, il Dipartimento di Stato ha approvato la vendita di 135 missili Standoff Land Attack Missile Expanded Response (SLAM-ER) e materiale relativo per un valore di oltre $ 1 miliardo, 11 High Lanciatori M142 Mobility Artillery Rocket Systems (HIMARS) per un valore stimato di 436,1 milioni di dollari e sei Recce Pod MS-110 per un valore stimato di 367,2 milioni di dollari.

In un briefing del ministero degli Affari esteri cinese, il portavoce Zhao Lijian ha affermato che le azioni degli Stati Uniti minano la sovranità cinese. L’ufficio presidenziale di Taiwan giovedì ha ringraziato gli Stati Uniti per la vendita.

Gli Stati Uniti da molti anni hanno fornito armi e sistemi di difesa avanzati all’isola secondo i termini del Taiwan Relations Act.

Durante l’amministrazione Trump, si è registrato un incremento delle vendite di armamenti a Taiwan. In passato Gli USA hanno venduto oltre 13 miliardi di dollari di armamenti, compresi dozzine di F-16, carri armati M1A2T Abrams, ed attrezzatura anti aerea ed anti missilistica.

Le tensioni tra Taiwan e Cina stanno aumentando in seguito all’approccio sempre più duro di Beijing ad Hong Kong. Nelle ultime settimane, l’aviazione cinese ha intensificato le incursioni nella zona di identificazione della difesa aerea intorno all’isola.

Xi Jinping: gli interessi della Cina non possono essere indeboliti

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!