CinaOggi > Attualità in Cina > La Cina testerà 9 milioni di abitanti a causa di un focolaio di coronavirus a Qingdao

La Cina testerà 9 milioni di abitanti a causa di un focolaio di coronavirus a Qingdao

Qingdao, la città portuale nella provincia dello Shandong, testerà 9 milioni di abitanti nei prossimi cinque giorni dopo che sono stati riportati 12 nuovi casi di coronavirus, tutti ricollegabili ad un ospedale ora in quarantena.

Le nuove misure intraprese dalle autorità sanitarie della regione sono state introdotte per cercare di arginare la diffusione del virus nella provincia.

Da circa metà agosto, la Cina non ha registrato nuovi significativi focolai nel paese. I nuovi casi sono stati generalmente importati dall’estero. Dall’11 ottobre Qingdao ha però scoperto 12 nuovi casi, tutti ricollegabili ad un ospedale, centro per le malattie infettive.

I primi test di massa sono stati eseguiti presso il Qingdao Chest Hospital, che è stato messo in quarantena, ed hanno riguardato quasi 115.000 persone, tra personale, pazienti e parenti, risultati negativi.

I test verranno eseguiti su scala cittadina, ripetendo quanto accaduto a Beijing e in altre città cinesi dove erano stati identificati dei focolai.

La risposta cinese ha consentito di mantenere sotto controllo il virus sul territorio.

In questi giorni oltre 600 milioni di turisti stanno viaggiando per la Settimana d’Oro, una festività cinese che ha luogo attorno al festival di mezzo autunno.

Fino ad oggi la Cina registrato 85578 casi e 4634 morti per coronavirus.

Fonte: ecns

Previous

Intervista con l’artista multidisciplinare Pixy Liao

Intervista con L’Uomo Invisibile Liu Bolin

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!