CinaOggi > Attualità in Cina > Proteste ad Hong Kong: 300 arresti tra cui una bambina di 12 anni

Proteste ad Hong Kong: 300 arresti tra cui una bambina di 12 anni

La città sconvolta da un video che mostra l’intervento sproporzionato degli agenti che si accaniscono contro una ragazzina di 12 anni, colpevole di fuggire “in maniera sospetta”.

In occasione delle mancate elezioni per il consiglio legislativo, rinviate di un anno dal governo, è stata organizzata una marcia dai manifestanti pro-democrazia accolta da una massiccia presenza delle forze di polizia, che ha utilizzato proiettili al peperoncino ed ha arrestato quasi 300 persone.

Si è trattato di una delle più grandi manifestazioni da quando Hong Kong ha adottato la nuova controversa legge sulla sicurezza nazionale.

La maggior parte degli arresti sono avvenuti per avere vilato le ordinanze anti assembramento adottate a causa della pandemia di coronavirus.

L’attivista Tam Tak-chi è stato inoltre arrestato domenica per “avere pronunciato parole sediziose”.

La polizia locale è stata duramente criticata sui social media all’estero e ad Hong Kong dopo che sono state diffuse le immagini di come un gruppo di agenti ha arrestato una bambina di 12 anni, inseguendola e scaraventandola a terra con violenza.

La madre della ragazza ha detto ad Apple Daily, il quotidiano di proprietà di Jimmy Lai, anch’egli recentemente arrestato, e poi rilasciato sotto cauzione dagli agenti di Hong Kong, che denuncerà gli agenti e che presenterà un reclamo formale. Secondo quanto riferito dalla madre, la ragazzina, accompagnata dal figlio di 20 anni, sono stati multati per avere violato le leggi contro gli assembramenti, mentre stavano andando a fare degli acquisti. Secondo la madre, la ragazzina è scappata via perché era spaventata. Dopo l’assalto degli agenti, la giovane ha riportato lividi e ferite.

Claudia Mo, un’attivista pro democrazia, ha sottolineato come la polizia sia diventata sempre più nervosa e dal grilletto facile la polizia di Hong Kong.

Secondo una dichiarazione rilasciata a poche ore di distanza dall’incidente, la polizia ha confermato l’arresto affermando che la ragazzina è corsa via “in maniera sospettosa” e gli ufficiali hanno usato la “minima fora necessaria” per effettuare l’arresto.

Fonte: The Guardian

Previous

Shuling Guo: 5–6 PM

Mulan: cosa ci insegna il disastro della Disney sulla Cina di Xi Jinping

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!