CinaOggi > Attualità in Cina > Scontri al confine tra India e Cina: 20 soldati indiani uccisi, Modi: “non sono morti invano”

Scontri al confine tra India e Cina: 20 soldati indiani uccisi, Modi: “non sono morti invano”

L’incidente è accaduto nella regione della Galwan Valley, che si trova al confine tra Tibet (Cina) e Ladakh (India).

Secondo i media indiani si è trattato di uno scontro all’arma bianca, dove alcune persone sono state “colpite a morte”. Durante il combattimento alcuni soldati sarebbero caduti o sarebbero stati spinti in un fiume.

Le due nazioni hanno siglato un accordo secondo il quale non è concesso l’utilizzo di armi da fuoco in un raggio di due chilometri dal confine.

Inizialmente le autorità indiane avevano riferito della morte di un colonnello e di due soldati. In seguito è stato riferito che altri 17 militari sono morti in seguito alle ferite subìte durante gli scontri, portando la conta finale dei morti a 20.

Lo scontro ha provocato proteste in India: numerosi cittadini hanno dato fuoco alle bandiere cinesi.

Riferendosi alla questione, Narendra Modi, il primo ministro indiano ha detto che “l’India vuole la pace, ma quando provocata, l’India è capace di dare una risposta adeguata”, in qualunque tipo di situazione. “La perdita dei soldati non è avvenuta invano”.

La Cina non confermato il numero delle sue vittime, ma ha accusato l’India di avere attraversato il confine.

Questa non è la prima volta che le truppe cinesi ed indiane si confrontano con armi non convenzionali lungo il contestato confine (il cosidetto Line of Actual Control, LAC, 实际控制线) tra Cina ed India, ma si tratta comunque del primo scontro nella regione del Kashmir negli ultimi 45 anni.

La linea di controllo effettivo, segna il confine che separa il territorio controllato dall’India dal territorio controllato dalla Cina tra il Ladakh e dla regione autonoma del Tibet cinese. Il termine fu usato per la prima volta da Zhou Enlai in una lettera del 1959 a Jawaharlal Nehru. Il termine si riferì successivamente al confine formatosi in seguito alla guerra sino-indiana del 1962.

Previous

Nanjing Lishui “Four New” Actions Conference avvia collaborazione per la ripresa economica

Immagini storiche della Guerra Sino-Indiana del 1962

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!