CinaOggi > Attualità in Cina > Intervista a Jill Tang, Imprenditrice & Community Builder

Intervista a Jill Tang, Imprenditrice & Community Builder

Jill Tang è un imprenditrice seriale, community builder e business K.O.L. (Key Opinion Leader)

Jill Tang è un’imprenditrice e co-fondatrice di Ladies who tech, un’azienda che lavora per sfidare lo status quo incoraggiando un maggior numero di donne ad aiutare e scoprire il loro potenziale in STEM. Ha conseguito una laurea in Commercio presso la Latrobe University, un Master in Finanza applicata presso la Monash University e un MBA presso la Melbourne Business School. Jill Tang è stata la fondatrice di CareerXFactor, co-fondatrie di thebrewgirl e di Cosmic Ventures. Ha tenuto significative presentazioni su argomenti come le donne nella tecnologia, l’innovazione, la diversità e l’inclusione e l’imprenditorialità. In particolare, nel giugno 2016, Jill è stata selezionata come unica imprenditrice di Shanghai a partecipare al vertice sull’imprenditorialità globale nella Silicon Valley, organizzato dal presidente Obama. Nello stesso anno, è stata nominata come finalista Young Australia China Alumni dell’anno. È anche relatrice frequente ai vertici tecnologici di tutto il mondo, leader chiave di opinioni e relatrice TEDx.

Official site | Twitter | Facebook | Instagram

Cosa ti ha spinto a fondare Ladies Who Tech? Qual è la missione principale?

La vita è o per scelta o per caso. Mi sono unita a Ladies Who Tech per caso. La mia co-fondatrice Charlene Liu è andata nella Silicon Valley per la convention STEM 1000 women e si è sentita ispirata. Dopo aver organizzato un paio di eventi incentrati sulle donne nella tecnologia, mi ha invitato a costruire insieme Ladies Who Tech. Sono nata e cresciuta in Cina come parte della generazione del figlio unico, quindi, personalmente, non ho riscontrato disuguaglianza di genere. Tuttavia, la mia passione è davvero influenzata dal lavorare con un gruppo di volontari di Ladies Who Tech e dall’esperienza che stiamo facendo.. Mi hanno aiutato a vedere le sfide e quanto possiamo fare per cambiare la situazione. Non importa che tu abbia un background STEM o meno, ognuno ha un ruolo da svolgere per rendere il mondo un posto più equilibrato. La nostra missione principale è quella di colmare il divario di genere all’interno dell’industria STEM in Cina e Asia, promuovendo la diversità e l’inclusione di genere e incoraggiando più ragazze e donne a studiare e lavorare in STEM. Vogliamo rimuovere il pregiudizio di genere e credere in “La tecnologia non ha genere”.

Ladies-who-tech-2019-convention

Quali sono oggi alcune delle maggiori sfide per le donne che vogliono lavorare e avventurarsi nel mondo della tecnologia in Cina?

1) Mancanza di modelli di ruolo: non ci sono ancora abbastanza donne nei modelli di ruolo STEM per aiutare sia uomini che donne a vedere le possibilità ed i vantaggi di avere la diversità di genere e l’inclusione nello STEM.
2) Stereotipi generali e pregiudizi inconsci.
3) Come ho accennato, la Cina ha effettivamente molte ragazze che studiano nello STEM, il problema è che non vengono assunte in lavori STEM dopo la laurea oppure il posto di lavoro non è accogliente nei loro confronti quando si stanno muovendo in una diversa fase della vita.
4) Vi sono donne e uomini che non si rendono conto dell’esistenza di un divario retributivo di genere o del motivo per cui è necessario disporre di una categoria indipendente per promuovere la diversità di genere.

Le donne che lavorano nel settore tecnologico incontrano discriminazioni professionali sul posto di lavoro, come concorrenza sleale, idee sbagliate da parte dei colleghi? Pensi che alle donne venga chiesto un impegno maggiore rispetto agli uomini?

Penso che sia una sfida universale che sta accadendo ovunque. Concorrenza sleale come nelle occasioni sociali di situazioni non amichevoli per le donne, stereotipi e pregiudizio inconscio, ecc. E le donne tendono ad essere più facilmente colpite perché assumono troppi ruoli e compiti sia nel lavoro che nella famiglia.

Ladies Who Tech è stata fondata da Charlene Liu e Jill Tang. Entrambi mirano ad aumentare la consapevolezza della mancanza di donne nelle industrie delle STEM e ad aiutare le aziende ad avere una maggiore diversità. Il numero di donne scienziate è effettivamente in aumento oggi, ma il loro ruolo è spesso sottovalutato nella realtà. Sono necessari sforzi per promuovere le donne e le ragazze nella scienza per smantellare gli stereotipi di genere. Ladies Who Tech mira a essere una piattaforma per le donne imprenditrici nel mondo STEM e cerca di facilitare le connessioni tra fondatori tecnologici, liberi professionisti, partner e potenziali clienti. Ladies Who Tech sta lottando per rompere lo stereotipo ed evidenzia il prezioso ruolo delle donne contro i pregiudizi nello STEM: il genere non dovrebbe essere una barriera. Ladies Who Tech, mira a ridurre il divario di genere e promuovere l’inclusione nella scienza, tecnologia, ingegneria e matematica, dove le donne sono state tradizionalmente sottorappresentate. Dalla sua creazione, la comunità Ladies Who Tech riunisce ora oltre 30.000 persone a Shanghai, Pechino, Chengdu, Wuhan, Xi’an, Hong Kong e Taipei, nonché a Singapore e Kuala Lumpur.

Quanto incide l’impatto dei pregiudizi familiari e l’interferire con lo sviluppo professionale affinché le donne possano scoprire il loro potenziale?

Direi che questo impatto risulta piuttosto significativo. Lo stereotipo o il pregiudizio inconscio sulle differenze di genere scoraggiano le donne ad assumere incarichi o lavori STEM. Non solo in famiglia, ma anche da parte dell’istruzione elementare o anche prima della scuola. Probabilmente i libri di testo devono essere aggiornati per rimuovere le parole di pregiudizio di genere.

Ladies-who-tech-2019-convention

Le donne nel settore delle industrie STEM sono in minoranza. La tecnologia è considerata una terra dominata dagli uomini. Il pregiudizio parte dalle scuole creando una mancanza di opportunità? Le ragazze sono ugualmente incoraggiate?

Come ho detto sopra, questo è vero, ma non è solo in Cina ma la situazione è come in altri paesi nel sud-est asiatico. Non ci sono abbastanza insegnanti STEM che sono donne per influenzare i bambini in giovane età. I libri di testo probabilmente offrono ancora alcuni pregiudizi sulle attività che le bambine dovrebbero svolgere, come giocare con le bambole Barbie mentre i ragazzi devono giocare con i Lego o ai videogiochi. Le ragazze NON sono assolutamente incoraggiate allo stesso modo dei ragazzi.

La tecnologia non ha genere e, per questo motivo, Jill Tang e Charlene Liu, co-fondatrici di Ladies Who Tech, stanno lavorando per incoraggiare un maggior numero di donne a scoprire il loro potenziale nel mondo delle STEM.

Le donne pensano in modo molto diverso e nel loro modo unico. Il pubblico femminile si sostiene a vicenda o perché si trova in uno spazio dominato dagli uomini lo fa privatamente? Quanto è importante per le donne sostenersi a vicenda?

È molto importante avere modelli di ruolo delle donne per aiutare altre donne a vedere le possibilità. Quindi dovrebbero farlo pubblicamente. In Ladies Who Tech, cerchiamo sempre modelli di ruolo Women STEM per condividere ciò che costruiscono e creano per ispirare sia uomini che donne. Non solo è importante che le donne si sollevino a vicenda ma dovremmo coinvolgere anche più uomini per farlo. Spesso questi non vedono le sfide che le donne devono affrontare a causa della differenza di genere. Se possiamo includerli ed aiutarli a comprendere le sfide che le donne si trovano ad affrontare, possono aiutare, sponsorizzare e guidare meglio le donne sul posto di lavoro. Ci sono alcune delle iniziative di Ladies Who Tech guidate dai nostri alleati, uomini! Apprezziamo davvero tutti i loro sforzi, dal momento che sono i nostri alleati per promuovere la diversità di genere e l’inclusione nel mondo del lavoro e delle startup.

Ladies-who-tech-2019-convention

Quali sono alcune delle migliori iniziative per aiutare a migliorare la diversità di genere nelle aziende in Cina?

  1. La politica genitoriale prevede che uomini e donne prendano il congedo parentale come politica obbligatoria
  2. Avere dirigenti della business unit da ruotare e assumersi le responsabilità per dare un’occhiata più da vicino ad ogni livello di uguaglianza di genere come il rapporto dei dipendenti, il divario retributivo. Soprattutto per avere leader femminili
  3. Programma di mentoring e programma di mentoring inverso
  4. Seminari su pregiudizi inconsci e stereotipati
  5. Attività di diversità e inclusione
Ladies-who-tech-2019-convention

Che cosa è stato raggiunto e quali sfide significative devono ancora essere fatte? Quali misure dovrebbero essere prese per attirare più donne verso la tecnologia e correggere lo squilibrio?

Siamo cresciuti da 0 a oltre 30.000 come comunità in Cina contintentale, in 8 principali città e Singapore. Abbiamo tenuto due convegni annuali con la partecipazione di oltre 1.000 donne e uomini abbiamo lavorato con oltre 30 grandi aziende in 2 anni e mezzo per iniziative di diversità ed inclusione. Il nostro prossimo passo è lanciare i mini-programmi Ladies Who Tech (come una mini-app) al fine di collocare le donne nelle qualifiche STEM, nell’istruzione STEM e promuovere la diversità e l’inclusione di genere attraverso la comunità online.

Ladies-who-tech-2019-convention

Puoi condividere con noi qualche storia significativa che ti ha ispirato negli anni?

Una studentessa universitaria del primo anno, che aveva sentito di Ladies Who Tech, ha deciso di scegliere la scienza dei dati come specialistica in uni anche se sua madre, che è un ingegnere, la scoraggiava a NON scegliere STEM poiché la madre pensa che sia un lavoro duro per una ragazza. Un cambiamento di successo nella carriera di una ragazza che era in un lavoro di marketing e diventava imprenditrice di big data dopo essersi unita ad un nostro evento. Un gruppo di donne che donne tecnologiche si sono incontrate attraverso la nostra piattaforma e ora hanno avviato una nuova iniziativa di avvio nella piattaforma IoT e Saas. Project manager d’ispirazione per imparare la programmazione ed i big data.

La sua missione è quella di chiudere lo status quo promuovendo la diversità di genere e l’inclusione nelle industrie STEM in Cina.

Che consiglio daresti alle donne che considerano una carriera nella tecnologia? Perché è importante che più donne entrino nella tecnologia? Quale pensi sia la parte migliore per le donne nel campo STEM?

Le donne non hanno bisogno di scegliere una carriera nella tecnologia. Dovrebbero scegliere di cosa sono appassionate. Tuttavia, è importante avere una certa comprensione delle conoscenze di base sulla trasformazione digitale poiché questa è la tendenza per tutte le aziende che si stanno avviando alla trasformazione digitale. Tutti hanno bisogno di competenze digitali. Ma se sono interessati ad una carriera tecnologica, o intraprendono un percorso più lungo come nello studio delle maggiori STEM, possono anche seguire alcuni corsi brevi, come ad esempio quelli sul codice, probabilmente come autodidatta o apprendere tramite dei corsi brevi invece di scegliere un diploma universitario. Abbiamo bisogno di più donne che si uniscano alla tecnologia per avere un pool di talenti più equilibrato, competenze e conoscenze per una migliore progettazione e servizi del prodotto, è un bene per l’innovazione e la sostenibilità. Il mondo diventerà un posto migliore quando sarà più equilibrato, specialmente ora che è nell’era dell’industria 4.0. Dobbiamo tutti contribuire alla sua realizzaazione. è una situazione vantaggiosa per tutti.

Ladies-who-tech-2019-convention

Foto cortesemente concesse da Jill Tang e Ladies Who Tech
Un ringraziamento speciale a Charlene Liu

Previous

Intervista a Simone Pieranni: riflessioni sulla gestione del coronavirus

Intervista a Joshua Wong: la gestione del coronavirus a Hong Kong

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!