CinaOggi > Attualità in Cina > Shenzhen vieta il consumo di carne di gatto e cane e di tutti gli animali selvatici

Shenzhen vieta il consumo di carne di gatto e cane e di tutti gli animali selvatici

Infrangere la legge comporterà multe fino a 150.000 yuan. Vediamo più in dettaglio il contenuto della legge che definisce quali animali possano essere allevati per il consumo alimentare.

Articoli correlati: Gli abusi sugli animali derivati dalla Medicina Tradizionale Cinese

Shenzhen, una cosmopolita città nel sud della Cina, situata lungo il confine con Hong Kong ed uno dei principali centri economici del paese, diventerà la prima città in Cina a vietare il consumo di cani e gatti.

L’ordine fa parte della nuova legislazione ‘Shenzhen Special Economic Zone Regulations on the Comprehensive Ban on Wild Animals’, che entrerà in vigore a tutti gli effetti il 1 maggio di quest’anno.

La nuova legge include la protezione di animali selvatici terrestri che crescono e si riproducono naturalmente nell’ambiente selvaggio e l’allevamento artificiale di questi animali per il consumo alimentare.

La legge vieterà il macello di animali in luoghi pubblici o in case private. Nessun animale vivo potrà essere venduto a privati per scopi alimentari.

Il consumo illegale di animali selvatici e dei loro prodotti può essere punito fino a 30 volte il valore della merce.

Quali animali potranno essere consumati per uso alimentare?

Questa è la questione più importante per i cittadini. In base ai “regolamenti”, vi sono due categorie: una comprende suini, bovini, ovini, asini, conigli, polli, anatre, oche, piccioni, quaglie, mentre il secondo gruppo comprende animali acquatici.

È vietato consumare animali e loro prodotti per uso non commestibile come esperimenti scientifici, esposizioni pubbliche, allevamento di animali domestici, ecc.

È vietato consumare o produrre o scambiare animali vietati e i loro prodotti per la medicina tradizionale cinese.

Sono vietate le seguenti azioni:

(1) macellazione di pollame e bestiame senza permesso;

(2) vendita di pollame e bestiame macellato senza autorizzazione;

(3) Vendita di pollame e bestiame vivo ai consumatori al fine di fornire alimenti.

La legge dovrà essere implementata dalle forze dell’ordine, dagli operatori mobili, dai dipartimenti di istruzione, della pubblica sicurezza, della sanità pubblica, dalle dogane, etc.

I cittadini sono esortati ad aumentare la loro consapevolezza della protezione ambientale ecologica e della sicurezza della sanità pubblica, ed eliminare risolutamente le “cattive abitudini” relative al consumo di animali selvatici sviluppando uno stile di vita scientifico, sano e civile. I cittadini sono invitati anche a denunciare le violazioni.

I locali, i ristoranti e gli allevatori che servivano questo genere di prodotti sono invitati a cessare immediatamente la loro attività e saranno soggetti alla confisca degli animali e dei prodotti.

La legge inoltre punisce particolarmente chi consapevolmente continuerà a consumare o allevare per fini alimentari questi animali.

Fonte immagine: wikipedia

Previous

Intervista con la ballerina Taiwanese PeiJu Chien-Pott, una delle più grandi ballerine moderne

Intervista con l’autrice di fantascienza Xia Jia

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!