CinaOggi > Cinema Cinese > La Cina riordina la chiusura di tutti i cinema del paese

La Cina riordina la chiusura di tutti i cinema del paese

La Cina ha ordinato la chiusura di tutte le sale cinematografiche del paese per combattere una possibile reinsorgenza del coronavirus nella terra di mezzo.

Il governo ha intimato la chiusura di tutti i cinema senza indicare una data di riapertura. La notizia ha iniziato a circolare sul social network Weibo. Solo questo weekend erano state riaperte oltre 500 sale nel paese, dopo essere state chiuse dalla fine di gennaio.

Le 500 sale rappresentavano soltanto il 4,5% dei cinema del paese ma lasciavano sperare un ritorno alla normalità. Soltanto la città di Shanghai aveva deciso di riaprire altri 205 cinema entro sabato.

La diffusione del virus sembrava essersi quantomeno arrestata, ma il recente comunicato del premier cinese Li Keqiang che richiedeva maggiore trasparenza ai funzionari locali affinché non nascondessero altri casi di coronavirus, e la chiusura di ieri delle frontiere agli stranieri dipingono un quadro più incerto.

La Cina, ed in particolar modo Wuhan sono state l’epicentro dell’epidemia di coronavirus che fino ad ora ha contagiato oltre 500.000 persone nel mondo uccidendone quasi 27.000.

Fonte: deadline

Previous

Il Premier cinese Li Keqiang avverte gli ufficiali locali di non nascondere nuove infezioni di coronavirus

Intervista con la ballerina Taiwanese PeiJu Chien-Pott, una delle più grandi ballerine moderne

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!