CinaOggi > Attualità in Cina > Hong Kong e Taiwan emanano nuove restrizioni per chi arriva dalla Cina Continentale

Hong Kong e Taiwan emanano nuove restrizioni per chi arriva dalla Cina Continentale

Il numero di persone infettate dal nuovo coronavirus nella Cina continentale è cresciuto di 3887 nuovi casi e 65 nuove morti nella sola giornata di martedì, secondo quanto riferito dalle autorità cinesi.

Il numero di casi confermati dichiarato dalle autorità è di 24,324 con altre 3000 in condizioni critiche, ma il numero potrebbe essere molto più elevato.

Il numero di morti in Cina al momento è di 490, 1 a Hong Kong e uno nelle Filippine. Hong Kong ha inoltre confermato 21 nuovi casi di coronavirus.

Hong Kong imporrà una quarentena obbligatoria per chiunque arrivi dalla Cina, compresi gli stranieri e i residenti di Hong Kong. La governatrice dell’ex colonia britannica è stata contestata dagli addetti del settore sanitario e dalla comunità in generale per la sua mancanza d’azione.

La compagnia aerea Cathay Pacific ha richiesto al proprio staff di prendere tre settimane di congedo non retribuito poiché la compagnia è in difficoltà a causa dell’epidemia di coronavirus e di otto mesi di disordini politici nella città.

American Airlines e United Airlines hanno sospeso tutti i voli diretti verso Hong Kong, dopo aver preso la stessa misura nei confronti della Cina.

Taiwan ha imposto restrizioni di viaggio per tutti i cittadini cinesi che vivono in Cina continentale, ed ha avvisato i suoi cittadini di non recarsi a Hong Kong e Macao.

La Russia, attraverso il suo ministro della salute Mikhail Murashko ha detto che un vaccino potrebbe essere disponibile tra 8 o 10 mesi.

Nel frattempo migliaia di passeggeri di una nave da crociera a largo delle coste giapponesi rimarranno in quarantena confinati nelle loro cabine a causa di un caso di coronavirus a bordo.

I due cittadini cinesi ricoverati nell’ospedali Spallanzani in Italia hanno avuto un peggioramento delle loro condizioni a causa di una crisi respiratoria.

Previous

CORONAVIRUS, Amnesty International Italia: “Vergognosa ondata di sinofobia”

Intervista a Guobin Yang: il ruolo dei social media durante la quarantena di Wuhan

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!