CinaOggi > Attualità in Cina > La Cina cancella due missioni economiche in Svezia dopo il premio a Gui Minhai

La Cina cancella due missioni economiche in Svezia dopo il premio a Gui Minhai

La Cina ha richiamato due delegazioni economiche in visita in Svezia dopo che il governo scandinavo ha conferito un premio per i diritti al dissidente , nonché cittadino svedese, Gui Minhai, innescando le contromisure di Pechino.

L’annuncio è arrivato tramite un comunicato dell’Ambasciatore cinese in Svezia, Gui Congyou, che ha affermato che due grandi delegazioni di uomini d’affari cinesi hanno cancellato la missione nel paese.

Ancora all’inizio di dicembre, il ministro degli esteri cinese aveva detto che il governo aveva rimandato la visita già pianificata del 10 dicembre per discutere di trattati economici.

Il premio Tucholsky ogni anno viene conferito ad uno scrittore o editore in esilio, minacciato o perseguitato. Quest’anno il ministro della cultura svedese Amanda Lind lo ha conferito proprio a Gui Minhai.

Il governo svedese ha risposto che non si farà intimorire dalle minacce cinesi.

Gui Minhai, nato in Cina, ma cittadino svedese, nel 2015 era scomparso in Thailandia dopo avere pubblicato un libro sugli scandali che coinvolgevano alcuni leader politici cinesi ad Hong Kong.

Alcuni mesi dopo era riapparso sulla TV di stato cinese, confessando un incidente in stato di ubriachezza avvenuto alcuni anni prima.

Dopo avere passato due anni in prigione, nell’ottobre del 2017 era stato rilasciato, per essere riarrestato in treno mentre era accompagnato da diplomatici svedesi.

Previous

Il governo cinese elimina la “libertà di pensiero” dallo statuto della Fudan University e di altre università cinesi

Breve Storia del Cinema di Hong Kong, dal 1909 ai giorni nostri in 100 film

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!