Rinnovato protocollo collaborazione Italia-Cina

Comunicato stampa - Istituto Italo Cinese e Associazione per l’Amicizia fra i Popoli insieme per favorire la conoscenza e la cooperazione reciproca e lo sviluppo di un mondo di pace e prosperità.

0
Rinnovato-protocollo-collaborazione-Italia-Cina
Da SX: Wang Kaining, Direttrice del dipartimento europeo di CPAFFC; Lv Hongwei, Vice-Direttore generale del dipartimento europeo di CPAFFC; Dott.ssa Maria Rosa Azzolina, Direttore Istituto Italo Cinese; Cav. Lav. Mario Boselli, Presidente Istituto Italo Cinese; Yang Yingzi, Vice-Direttrice del dipartimento europeo di CPAFFC.

Si è tenuto Giovedì 1 Novembre a Pechino l’incontro tra l’Istituto Italo Cinese e l’Associazione per l’Amicizia del Popolo Cinese con i Paesi Stranieri (CPAFFC), in occasione del quale è stato ufficialmente rinnovato il protocollo di collaborazione Italia-Cina.

Firmatari del documento sono stati il Cav. Lav. Mario Boselli, Presidente dell’Istituto Italo Cinese, e Lv Hongwei, Direttore Generale del Dipartimento Europeo di CPAFFC, alla presenza inoltre della Dott.ssa Maria Rosa Azzolina, Direttore dell’Istituto Italo Cinese, di Wang Kaining, Direttrice del Dipartimento europeo di CPAFFC, e Yang Yingzi, Vice-Direttrice del Dipartimento Europeo di CPAFFC.

Il protocollo di collaborazione – firmato in precedenza dal fondatore Vittorino Colombo e dal Presidente Cesare Romiti – è stato rinnovato sotto l’egida del Cav. Lav. Mario Boselli, dal 2017 Presidente dell’Istituto.

L’accordo ha l’obiettivo di favorire la conoscenza, la fiducia e l’amicizia reciproca tra i due Paesi attraverso l’organizzazione di scambi culturali e progetti comuni; di avviare piattaforme di cooperazione per lo sviluppo di risultati win-win in vari settori, quali economia, scienza, tecnologia, risorse umane; di promuovere la collaborazione pacifica per realizzare un mondo armonioso di pace e prosperità comune.

“Sono molto lieto che questa importante Associazione cinese abbia scelto noi dell’Istituto Italo Cinese” ha spiegato il Cav. Lav. Mario Boselli “quali interlocutori privilegiati per sviluppare nuove strategie nei tre temi dell’arte, del turismo e dell’accoglienza e quale raccordo con le più qualificate Istituzioni Italiane.”

L’Associazione per l’Amicizia del Popolo Cinese con i Paesi Stranieri (CPAFFC), fondata nel 1954 su iniziativa di dieci organizzazioni civili nazionali, è un'organizzazione nazionale civile della Repubblica Popolare Cinese dedicata alla diplomazia tra i popoli.

Obiettivi dell'Associazione consistono nel rafforzare l’amicizia dei popoli, nel favorire la collaborazione internazionale, nel salvaguardare la pace mondiale e nel promuovere lo sviluppo comune.

Tutte le attività dell’Associazione ottengono sostegno dal Governo cinese e patrocinio da tutti i settori della società.

Come organizzazione non governativa che possiede lo status consuntivo generale nel Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite, partecipa in modo pieno ed attivo agli affari dell’ONU e alle attività di scambio delle altre organizzazioni internazionali e locali. Oggi conta 14 dipartimenti, 350 dipendenti nella sede centrale di Pechino, e oltre 300 associazioni dislocate nelle diverse province.

Ha fondato 46 associazioni per l'amicizia regionale o nazionale tra Cina e i Paesi stranieri, ed ha stabilito rapporti di collaborazioni amichevoli con quasi 500 società ed istituzioni civili in 157 paesi.

Si inserisce all’interno di questa ampia attività l’impegno per approfondire la conoscenza e la collaborazione con l’Italia e che vede nell’Istituto Italo Cinese l’interlocutore di riferimento.

ISTITUTO ITALO CINESE

Associazione che nel 1971 ha aperto le relazioni tra Italia e Cina. Tutte le relazioni sono diplomatiche, culturali e commerciali, ma sempre con effetto a livello sociale. La sua piattaforma è basata su Istituzioni Cinesi, sia in Italia sia in Cina, e sulle Istituzioni italiane, incluso il Ministero dell’Arte, il Ministero dello Sviluppo Economico ed è l’associazione che si occupa dei collegamenti tra il nostro Parlamento e l’Assemblea Legislativa Cinese.

Articoli correlati