Le esportazioni cinesi a Ottobre aumentano nonostante le tariffe americane

0
esportazioni-cinesi
Lavoratori cinesi (Pixabay, MarkoLovric)

Nonostante la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, le esportazioni cinesi sono aumentate nel mese di ottobre.

Le esportazioni hanno registrato un balzo di quasi il 16% in ottobre rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, un dato significativamente più alto di quanto previsto dagli analisti e persino più forte della crescita del mese scorso.

La performance è sorprendente considerando che ottobre era il primo mese intero durante il quale le nuove tariffe americane su 200 miliardi di dollari di prodotti cinesi sono entrate in vigore.

Sia gli economisti che il governo cinese hanno fatto sapere di aspettarsi un rallentamento nei mesi finali dell'anno.

Una delle ragioni per l'aumento dell'export è che molte compagnie vogliono evitare ulteriori dazi nei mesi futuri. Le tariffe americane sono entrate in vigore il 24 settembre e dovrebbero aumentare tra il 10% e il 25% entro la fine dell'anno.

Questo aumento incoraggia gli esportatori ad anticipare gli ordini per gli Stati Uniti, ma non è l'unico fattore.

La valuta cinese sta giocando un ruolo determinante, essendo crollata di quasi il 10% rispetto al dollaro da febbraio a causa delle preoccupazioni degli investitori sull'economia cinese e il potenziale impatto della guerra commerciale.

Una moneta più debole rende le merci cinesi più competitive sul mercato.

La Cina inoltre è stata anche aiutata dalle forti esportazioni in grandi mercati come l'Unione Europea e il Giappone.

Ad ogni modo, secondo alcuni analisti, gli effetti reali sull'economia cinese cominceranno a sentirsi dopo l'incremento del 25% dei dazi entro la fine dell'anno.

Il presidente americano Donald Trump ha in precedenza detto di essere preparato ad espandere le tariffe su tutti i 500 miliardi di merci importate negli USA.

Articoli correlati