La Cina rimuove inspiegabilmente il divieto di commercio di parti di rinoceronte e tigre ...

Una sola domanda: perché?

0
tigre-animali medicina tradizionale cinese
Foto: Matteo Damiani

Gli animalisti, e non solo, di tutto il mondo sono allarmati dalla decisione cinese di rimuovere il divieto di commercio che riguardava ossa di tigre e corni di rinoceronte.

Articoli correlati: gli abusi sugli animali della medicina tradizionale cinese

Rinoceronti e tigri sono specie in via di estinzione, il cui commercio in Cina era stato saggiamente proibito nel 1993.

Lunedì però il divieto è stato rimosso, ed ora è consentito utilizzare parti di questi animali per uso "scientifico", "medico" e culturale.

Non c'è bisogno di aggiungere che corni di rinoceronti e peni di tigre sono rimedi legati alla superstizione e non esiste evidenza scientifica della loro efficacia.

Questa decisione potrebbe mettere a rischio gli sforzi fatti fino ad ora per proteggere queste specie a rischio estinzione.

Parti di rinoceronte e tigre vengono utilizzati nella medicina tradizionale cinese, e sono prescritti per "curare" una grande varietà di malattie, compresa febbre, gotta, insonnia, meningiti, infertilità, etc.

Secondo l'annuncio governativo, il consiglio di stato ha decretato che le polveri ottenute dai corni di rinoceronti e dalle ossa di tigre, verranno utilizzati in "ospedali qualificati, da dottori qualificati".

Inoltre, parti degli animali potranno essere utilizzate per uso antiquario in scambi culturali.

Secondo il WWF, questa decisione avrà conseguenze devastanti, e rappresenta un imprevedibile passo indietro di decenni.

Fonte: BBC

Articoli correlati