La Cina costruirà un aeroporto in Antartide

0
basi polari cinesi-La quarta stazione di ricerca scientifica cinese in Antartide, la Stazione Taishan
La quarta stazione di ricerca scientifica cinese in Antartide, la Stazione Taishan (泰山站)

La Cina ha annunciato che inizieranno i lavori per costruire un aeroporto in Antartica a novembre.

I ricercatori cinesi hanno cominciato i lavori preliminari per la costruzione dell'aeroporto che sarà in grado di fare atterrare gli Snow Eagle 601 cinesi, un piccolo aereo polare, secondo Keiji Daily, un giornale del ministero della scienza e tecnologia cinese.

Il video mostra uno Snow Eagle 601 cinese atterrare nella base cinese Kunlun.

L'aeroporto dovrebbe essere pronto in due anni, e dovrebbe agevolare l'accesso nella regione, migliorando la capacità scientifica della Cina in Antartide.

Fino ad oggi, le operazioni cinesi si erano affidate ad un aeroporto russo.

"Essendo un importante paese di ricerca scientifica, la Cina deve garantire la capacità di supporto logistico delle proprie attività antartiche. Per questo motivo, la costruzione del nuovo aeroporto è di grande importanza ... e fornisce supporto alla gestione dello spazio aereo in Cina in Antartide ", ha scritto il Keji Daily. "In futuro [l'aeroporto] fornirà garanzie per aeromobili di grandi dimensioni e una flotta aerea".

mappa delle basi cinesi in Antartide
mappa delle basi cinesi in Antartide

Diversi paesi già gestiscono decine di piste di atterraggio sull'Antartide in grado di gestire piccoli mezzi di ricerca. Gli Stati Uniti ne gestiscono circa un quinto.

Ad ogni modo, l'interesse crescente verso il territorio e le risorse della regione, e l'importanza futura di questa rotta commerciale, hanno spinto la Cina ad investire massicciamente in Antartide.

In soli 10 anni la Cina si è trasformata da interprete marginale nelle zone artiche, a protagonista, ha detto Anne'Marie Brady, docente di scienze politiche all'University of Canterbury ed editor del Polar Journal.

Le regioni polari, le profondità marine e lo spazio sono i nuovi territori strategici dove la Cina cercherà di diventare una potenza globale.

A gennaio, la Cina aveva rilasciato un documento in cui si delineavano le strategie per costruire una "via della seta polare", creando dei corridoi nella regione ora che il riscaldamento globale sta causando lo scioglimento dei ghiacci.

Il governo cinese al momento è quello che investe maggiormente in Antartide. La maggior parte delle attività cinesi si svolgono su territorio reclamato dall'Australia, con l'avvallo delle autorità australiane. Soltanto UK, Nuova Zelanda, Francia e Norvegia ad ogni modo riconoscono però le rivendicazioni dell'Australia sul territorio.

Sette sono i paesi che reclamano parti dell'Antartica: Argentina, Australia, Cile, Francia, Nuova Zelanda e Regno Unito.

Fonti: Financial Times ; Baike

Articoli correlati