No.223 (Lin Zhipeng, 林志鹏) è un fotografo e scrittore freelance.

È nato nella provincia di Guangdong e si è laureato presso l’Università degli Studi Stranieri del Guangdong con una specializzazione in inglese finanziario.

No.223 è uno dei membri più importanti della generazione di fotografi cinesi che è salito alla ribalta dai social media. Ha iniziato con un blog, che ha raggiunto milioni di visualizzazioni, dove ha pubblicato le sue opere di fotografie d’arte. Ha contribuito a numerose riviste creative e di moda come editor e scrittore e ha prodotto servizi fotografici. Dal 2005 ha iniziato il suo progetto di autopubblicazione.

Numerosose sono le sue mostre personali in tutto il mondo. No.223 permette al pubblico di entrare in frammenti di vita e sentimenti reali: case, notti, coppie in feste, corpi, persone nude attraverso la natura, amore, feticismo, tabù … Un viaggio ad immagini dell’inesorabile continua evoluzione dell’identità in Cina che è sia personale che internazionale. Ha offerto una visione fotografica intuitiva quasi sconosciuta sui giovani adulti cinesi. No.223 attualmente vive e lavora a Pechino.

Sito Ufficiale | Instagram | Behance

Intervista di Dominique Musorrafiti

CinaOggi: Qual è il motivo principale che ti ha spinto a fare fotografie?

no.2 223: Sono davvero interessato.

no 223 - lin zhipeng - fotografo gay cinese

Esprime in immagini la vita quotidiana che sfugge alle pressioni per disegnare una mappa dello spazio dei sogni di una fetta della generazione cinese.

Cosa vuoi raccontare con le tue foto?

La vita! Qualsiasi momento ed umore della vita, la mia esperienza ed i miei amici.

no 223 - lin zhipeng - fotografo gay cinese

Quanto è stato difficile ritrarre temi LGBTQ in Cina?

Non è stato difficile per me. Non penso sia difficile in Cina. Non ci sono ragioni per renderlo difficile.

Qual è stata la prima reazione del pubblico cinese?

Sono stati di supporto. Pochi commenti sono arrivati anche dal pubblico anti-gay.

Il suo modo personale di guardare e di esprimersi liberamente mostra un'intensa emozione dei giovani adulti cinesi. Apre una finestra erotica e sexy che ha anche un'estetica introspettiva, è caotica, poetica e persino punk.

no 223 - lin zhipeng - fotografo gay cinese

Lo stile di vita della Cina è cambiato, rispetto a quando hai iniziato a fotografare? Quali sono le maggiori sfide al giorno d’oggi?

Certo, molte cose sono cambiate. L’economia della Cina sta andando veloce. Lo stile di vita della maggior parte delle persone sta migliorando ed è più aperto.
Ma nella società gay, non sta andando sempre bene. Ad esempio, i più grandi social media cinesi, Weibo, annunciano che le parole sui gay verranno eliminate e bloccate. Questo è successo solo 3 mesi fa. Ma alla fine Weibo ha annullato questa norma dopo che la gente ha protestato sulla piattaforma online.

Attraverso la sua lente e scatti, ritrae una Cina intima e privata nascosta che non è diversa dal sentimento e dalla cultura della vita giovanile globale

no 223 - lin zhipeng - fotografo gay cinese

Qual è la tua esperienza come fotografo nell’era dei social media?

Ho costruito il mio primo blog nel 2003 e ho continuato a proporre i miei lavori fotografici su di esso. Ha ottenuto circa 2 milioni di visualizzazioni in quel momento. Ho anche usato Flickr come album fotografico per pubblicare i miei lavori fotografici. Mentre i blog stanno scomparando, ho iniziato a utilizzare Weibo e Instagram. Tutti i miei social media sono piattaforme per condividere la mia opinione e le mie opere. È un modo conveniente per far conoscere a più persone le mie opere. Prima ero un blogger e poi sono diventato un artista di fotografia.

Fotografia come segno del tempo e dell’esistenza, che crea dei diari interiori che sono un esclusivo gioco di complessità and diversità

no 223 - lin zhipeng - fotografo cinese

Puoi condividere con noi un momento del backstage dello scatto di una tua fotografia?

Ho viaggiato in Madagascar nel 2015, mi sono imbattuto in un’area “The Tsingy Rouge”. È una zona di terra rossa e piena di calcare. Quando ero in visita lì, una voce nella mia mente mi ha detto che dovevo spogliarmi e correre in questa grande area. E l’ho fatto. Ho scattato una foto del paesaggio con il mio iPhone. L’ho mostrata ad una mia amica e le ho chiesto di continuare a scattare per me come nella composizione della foto dell’iPhone nella quale stavo correndo a torso nudo.

"Le mie opere fanno parte della mia vita e esistono solo quando vivo la mia vita".

Il nome "No. 223 "è ispirato a Chungking Express di Wong Kar-wai. 223 è il numero di distintivo del poliziotto interpretato da Takeshi Kaneshiro.

Foto cortesemente concesse da No.223

Articoli correlati