La Cina accusa la Svezia di violazioni dei diritti umani ...

La polizia svedese ha confermato che sono scattate le indagini per i presunti maltrattamenti

0
Cina-accusa-la-Svezia-di-violazioni-dei-diritti-umani

Negli ultimi giorni le autorità cinesi, con un certo senso dello humor evidentemente, hanno utilizzato il caso di una famiglia in visita in Svezia, per accusare il paese scandinavo di "violazione dei diritti umani".

Il video dell'incidente in realtà solleva qualche dubbio sul comportamento dei turisti cinesi.

Un video circolato rapidamente sui social mostra le "violenze" della polizia svedese sui turisti cinesi che sembrano però prodursi in una tragica messa in scena, ampiamente criticata sui social cinesi, imbarazzati dalle performance di questa famiglia e dal conseguente tentativo del governo cinese di utilizzare il tema dei diritti umani contro la Svezia, dopo la pubblicazione del preoccupante report di Human Rights Watch che dipinge la situazione drammatica nel Xinjiang.

Cerchiamo di ricapitolare quanto accaduto.

Qualche giorno fa, la famiglia Zeng era arrivata con una notte di anticipo a Stoccolma prenotando una stanza presso il Generator Hostel a Torstatanm, nel distretto Norrmalm, a Stoccolma.

Sono stati fatti aspettare nella lobby ma in seguito lo staff dell'albergo ha ordinato loro di allontanarsi prima che la polizia li portasse a forza fuori dalla hall. Sono emersi dei video che mostrano gli agenti prendere per le gambe e le braccia i turisti e lasciarli sul marciapiede di fronte.

 

Questo spiacevole evento si è poi rapidamente trasformato in un incidente diplomatico, con tanto di intervento governativo da parte di Beijing per spingere le autorità svedesi ad aprire un'indagine su quanto effettivamente accaduto, richiedendo la punizione degli agenti.

 

Le relazioni tra i due paesi sono storicamente amichevoli. La Svezia fu la prima nazione a cui fu concesso di stabilire relazioni diplomatiche con la Cina di Mao nel 1950. In anni più recenti, le relazioni si sono deteriorate a causa delle visite del Dalai Lama, visto come un separatista in Cina. Inoltre la Cina ha arrestato il cittadino svedese di passaporto, Gui Minhai, di 54 anni, accusato di avere pubblicato letteratura satirica ad Hong Kong.

L'analista politico Malik Ayub Sumbal ha twittato: "Questa è la Svezia portatrice della torcia dei Diritti Umani e che insegna al mondo cosa sia l'umanità, questa è la vera faccia dei fascisti e del fascismo, il trattamento della polizia svedese dei turisti cinesi è brutale, malato e razzista".

Ma in molti hanno messo in dubbio la versione della famiglia Zeng, guardando la tragedia messa in scena di fronte all'albergo. Secondo alcuni report, la famiglia, prima di essere trascinata via, era stata verbalmente aggressiva ed aveva cercato di dormire nella lobby dell'albergo.

Secondo il The Guardian, sulla piattaforma social Weibo, in molti hanno commentato come questo incidente abbia fatto fare una figuraccia alla Cina.La notizia è stata visualizzata 130 milioni di volte, generando oltre 80.000 commenti.

Un utente ha scritto "Il Dalai Lama visita la Svezia, e il ministro degli esteri usa questo incidente come pretesto per fare un casino. Questo è ancora più imbarazzante della performance di questa famiglia".

Un altro ha scritto che è una vergogna che l'immagine della Cina venga rappresentata da queste persone.

Un utente ha aggiunto che persone come queste credono che il mondo ruoti attorno a loro, se le cose non vanno come vogliono, si buttano per terra e piangono.

Il dipartimento degli affari esteri svedese ha affermato che sta cercando di fare luce sulla vicenda, dopo le accuse lanciate dalla famiglia.

Un manager dell'albergo ha detto ad un giornale svedese, Aftonbladet, che la famiglia è arrivata attorno a mezzanotte, ore prima della prenotazione della mattina seguente. Quando si sono rifiutati di lasciare l'albergo, hanno chiamato la polizia, e gli insulti sono cominciati a volare.

La polizia svedese ha riferito che l'incidente verrà valutato da pubblici ministeri indipendenti per verificare se la famiglia ha subito abusi.

Ad ogni modo, fanno sapere, che non c'è motivo di credere che alcuna violenza sia stata commessa.

L'incidente segue il rilascio del preoccupante rapporto di Human Rights Watch sulle violazioni dei diritti umani nella provincia dello Xinjiang contro i cittadini musulmani di etnia Uigura.

Il governo cinese da parte sua ha accusato di pregiudizi il report di Human Rights Watch.

Fonte: Standard

Argomento: cina svezia incidente diplomatico, turisti cinesi in Svezia

Articoli correlati