JOANNE LEUNG è la prima politica dichiaratamente transgender ed attivista per i diritti umani di Hong Kong che lotta energicamente per la comunità LGBT.

Joanne Leung Wing Yan ha fondato il Transgender Resource Center (TGR) nel 2008. In precedenza è stata presidente della Pink Alliance, un’organizzazione che mira a facilitare la cooperazione tra i sostenitori dei diritti LGBTQ a Hong Kong. La sua organizzazione (TGR) sensibilizza sulle problematiche di Hong Kong e transgender continentale o trans-comunitario, fornendo anche supporto per le persone trans locali attraverso servizi come assistenza e consulenza telefonica online e un gruppo di sostegno diretto. Nel 2014 ha parlato con il Comitato delle Nazioni Unite per l’eliminazione della discriminazione contro le donne (CEDAW) ed è stata la prima persona transgender da Hong Kong.

Official site | Facebook

Intervista di Dominique Musorrafiti

Articoli correlati: diritti LGBT a Shanghai , diritti LGBT a Beijing

diritti lgbtq ad hong kong

CinaOggi: Quando hai capito che il tuo essere non rifletteva, il tuo lato fisico? Hai sempre avuto idee molto chiare sulla tua identità?

Joanne Leung: Non mi sentivo a mio agio con il mio genere dall’età di circa 6 anni. Ma a quel tempo negli anni ‘60, non vi erano molte informazioni su transgender ed ero solamente in confusione dall’avere questo tipo di mentalità. Dopo un lungo periodo di lotta interiore, ho scoperto di provare attrazione per le donne all’età di 19 anni, mi sono dunque posto l’obbligo ancora più tenacemente a diventare un uomo.

"Dopo l'intervento, mi sentivo come se potessi fare qualsiasi cosa perché non avevo più quella confusione nel mio corpo e nella mia anima. Ho anche iniziato a pensare a come avrei potuto supportare la comunità transgender." SCPM

C’è stato un momento particolarmente significativo che ti ha cambiato la vita?

È stato davvero difficile per me che credevo in Dio fin dal mio asilo. Essere raccontato come un peccatore che non poteva sfuggire al genere incongruo. quasi mi trascinava a porre fine alla mia vita. Nel 2009, ho preso la decisione di andare avanti per il cambio di sesso e credo che Dio non mi lascerà mai. Mi sono data un nuovo nome, Wing Yan in cinese per ricordarmi che il resto della mia vita sarà per lodare Dio!

diritti lgbtq ad hong kong

Cosa ti ha dato la forza di lottare per essere te stessa?

Oltre alla mia fede religiosa, in realtà non avevo altro che potesse trattenere la mia vita dal suicidio in quel momento a causa dell’assenza di sostegno nella società. Ed è per questo che mi sono detta di diventare la prima persona transgender a sostenere la comunità dopo il mio intervento chirurgico.

"La società deve accettare le diverse identità di genere. La società ha bisogno di cambiare prospettiva. Non deve dire alle persone cosa devono fare, chi devono essere." Hong Kong FP

Perché abbiamo bisogno di attivismo al giorno d’oggi? Le cose stanno cambiando, o c’è ancora molto da fare?

L’accettazione sulle persone transgender ad Hong Kong è migliorata molto da quando mi sono esposta al pubblico. Sono diventata un personaggio pubblico e la prima figura politica transgender qui ad Hong Kong che abbia cambiato la percezione dell’intera società verso il genere “incongruo”. Alcune persone penseranno di potersi nascondere nell’armadio e vivere come vogliono, ma non credo che diventino più felici vivendo questa ansia. L’attivismo porta la società a liberarsi dall’oppressione, e ad avvantaggiarsene. Ed ancora più importante è fare in modo tale che la comunità trans capisca di non fare nulla di sbagliato per essere fedele a se. Ci sono ancora molte cose da fare in quanto la maggior parte della comunità trans qui non crede di poter avere un futuro!

diritti lgbtq ad hong kong

Ci sono frequenti discriminazioni e stereotipi comuni a Hong Kong?

Sì, non solo verso le persone trans, ma molti uomini e donne hanno sofferto molto a causa degli stereotipi di genere ad Hong Kong.

Nel 2017, il Consolato degli Stati Uniti di Hong Kong e Macao ha selezionato Leung come candidata per il Premio Internazionale delle Donne di Coraggio del Segretario, onorando le donne che hanno dimostrato coraggio, forza e leadership eccezionali nell'agire per migliorare la vita degli altri.

Cosa puoi raccontarci sulla tua esperienza lavorativa come fondatrice del Transgender Resource Center (TGR) e come presidentessa della Pink Alliance? Quali sono le maggiori sfide affrontate?

Lavorare con TGR significa focalizzarsi su un argomento transgender ancora più ristretto dove al momento la maggior parte della comunità ha ancora sofferto molto e non è ancora pronta a camminare al centro lungo la strada dell’attivismo. E questo significa che sto lavorando la maggior parte del tempo in prima persona svolgendo tutti i ruoli importanti. Fortunatamente, ci sono altre organizzazioni LGB che sono davvero di supporto come Pink Alliance in materia di advocacy. Ma lavorare con un’organizzazione più grande significa che non puoi concentrarti solo sui tuoi lavori, ma devi dedicare molto tempo a trattare con persone, risorse e reti che potrebbero richiedere molta energia.

diritti lgbtq ad hong kong

Quanti transgender ci sono a Hong Kong? Le persone transgender si supportano a vicenda?

Non c’è alcun modo possibile e scientifico per conoscere un numero preciso della popolazione transgender di Hong Kong. Ma basandoci sulla nostra esperienza e sul numero di membri in pochi forum crossdresser, possiamo supporre che ci siano almeno 30.000 persone transgender a Hong Kong. TGR si è impegnata molto per incoraggiare le persone trans a sostenersi a vicenda, ma comunque, non è un lavoro facile. Possiamo vedere che ci sono sempre più persone trans che vogliono impegnarsi per aiutare i nuovi arrivati nella comunità e sono disposti a prendere presto il ruolo di guida.

Nel 2012 è stata selezionata da Baccarat Magazine come una delle "45 persone di età compresa tra 45 o inferiore che fanno la differenza a Hong Kong".

Quanto è importante il supporto di familiari e amici? Le famiglie e / o gli amici sono coinvolti a Hong Kong per evitare l’emarginazione emotiva?

Le persone trans tendono a separarsi dai familiari ed amici o si nascondono nell’armadio per alcuni anni. La mia esperienza mi dice che non funziona. Abbiamo condotto un’indagine sulla salute mentale transgender e una sulla violenza contro le persone transgender ad Hong Kong e abbiamo notato che c’è un rischio molto elevato per la comunità di soffrire di problemi mentali e pensieri suicidi. Con il nostro servizio di assistenza telefonica e di consulenza, abbiamo coinvolto un sacco di famiglie nel sostenere i bambini trans e per collegare le persone trans con una vita sociale più sana.

diritti lgbtq ad hong kong

Ho letto che sei credente cristiana. Perché, secondo te, alcuni cristiani non accettano le persone LGBTQ quando uno dei principali insegnamenti è amare il prossimo come se stesso?

Anche se ho qualche pensiero su questo, continuo a dirmi di non giudicare o altrimenti sarai giudicata. Una volta pensavo che potessero essere dei cattivi o che non leggessero la Bibbia.

Ma Gesù mi ha fatto capire di amare e non giudicare. E io sono l’unica attivista LGBT che continua a parlare sinceramente con i gruppi anti-LGBT e spero che un giorno possano essere cambiati grazie all’AMORE.

Cosa vorresti che le persone capissero in merito a chi allinea il proprio corpo con la propria identità di genere?

Un semplice credo come non giudicare. Guardare il mondo come individuo e le meravigliose creazioni della diversità.

È attiva da più di un decennio sottolineando la necessità di promuovere il riconoscimento di genere e la legislazione anti-discriminazione a sostegno delle persone transgender.

Foto cortesemente concesse da Joanne Leung

Articoli correlati