Rebecca F. Kuang, nata a Guangzhou, in Cina, studia la moderna storia cinese alla Georgetown University e proseguirà i suoi studi all’Università di Cambridge come Marshall Scholar (studi post laurea).

Il suo romanzo d’esordio “The Poppy War” (Harper Voyager, May) è un potente fantasy epico storico con radici nella storia della Cina del 20 ° secolo. La storia parla di impero, droga e sciamanesimo. Il suo romanzo è il primo libro di una trilogia ed è considerato il miglior debutto fantasy dell’anno.

Official site | Amazon | Twitter

Intervista di Dominique Musorrafiti

Rebecca-F-Kuang'The-Poppy-WarCosa ti ha motivato a diventare una scrittrice? Quando hai capito la tua passione per la scrittura?

Mi è sempre piaciuta la scrittura creativa, ma non ho mai ricevuto alcuna formazione formale prima di scrivere il mio primo romanzo, in parte perché io ed i miei genitori eravamo entrambi terrorizzati dal fatto che non avreii potuto avere alcuna prospettiva di carriera in questo campo.

Quando ho preso un anno sabbatico nel 2015-2016, improvvisamente ho avuto molto più tempo tra le mani, perché non avevo i compiti da fare, dopo le 5 alla fine del lavoro. Quindi ho scaricato Scrivener (un’app di elaborazione testi con un sacco di grandi funzionalità per gli scrittori) ed ho impostato l’obiettivo di scrivere 2000 parole al giorno. Tre mesi dopo ho avuto pronto il mio primo manoscritto.

"La guerra non determina chi ha ragione. La guerra determina chi rimane. " da The Poppy War

Quali autori ti hanno influenzato di più?

Troppi da elencare. È AAPI (Asian American and Pacific Islander) Heritage Months, quindi ecco alcune grandi influenze asiatiche: Maxine Hong Kingston, Iris Chang, Chang-rae Lee, Cindy Pon, Ken Liu, Julie Otsuka, Ruth Ozeki ... onestamente, la lista va avanti all’infinito.

Rebecca-F-Kuang

Cosa puoi raccontarci sul tuo romanzo d’esordio “The Poppy War”? Da dove viene l’idea? Quanto tempo ti ci è voluto per completarlo?

The Poppy War è un romanzo fantasy sulla violenza del XX secolo nella Cina trasportata in un mondo alternativo molto più simile alla Dinastia Song. L’idea non è venuta da un singolo posto. Tutto nel libro è un accumulo della mia eredità cinesi e delle storie che ho ascoltato da mia madre, mio padre e nonni. La prima bozza che mi ha procurato un agente letterario mi ha portato via tre mesi di lavoro, anche se la revisionammo è durata altri due mesi prima che venisse venduta ad Harper.

"Non siamo qui per essere sofisticati. Siamo qui per fottere la gente. " da The Poppy War

Vivere fuori dalla Cina influisce sul tuo modo di essere ispirata? Quanto di te possiamo trovare nel tuo romanzo?

Vivevo a Pechino quando scrissi The Poppy War, che influenzò profondamente l’ambientazione e la storia. Il primo pezzo del romanzo si svolge in una città chiamata Sinegard, che è fondamentalmente Pechino con un costume.

Foto cortesemente concesse da Rebecca F. Kuang

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a CinaOggi, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.
VPN China