15 hacker del gioco PUBG arrestati e multati per 5,1 milioni di dollari in Cina - trovati trojan nel codice

0
hacker di PUBG

PUBG Corp ha annunciato che 15 sospetti coinvolti nello sviluppo degli attacchi di PlayerUnknown's Battlegrounds sono stati arrestati dalla polizia cinese e multati per un totale di $ 5,1 milioni.

Fa parte degli sforzi profusi dalla compagnia per eliminare le truffe in PUBG, un problema che ha raggiunto proporzioni epidemiche negli ultimi sei mesi.

Sembra che tutti e 15 gli arresti abbiano avuto luogo in Cina e siano stati intrapresi dalle autorità cinesi locali, dichiarando che "15 principali sospettati inclusi" OMG "," FL "," 火狐 "," 须弥 "e" 炎黄 "sono stati arrestati per lo sviluppo di programmi di hacking, hosting di marketplace per programmi di hacking e transazioni di intermediazione. Attualmente i sospetti sono stati multati per circa 30 milioni di RMB ($ 5,1 milioni di dollari). Altri sospetti sono ancora oggetto di indagine.

"Alcuni di questi programmi di hacking che vengono distribuiti attraverso Internet includono il Trojan virus Huigezi (Heybox, backdoor cinese). È stato dimostrato che gli hacker hanno usato questo virus per controllare il PC degli utenti, scansionare i loro dati ed estrarre informazioni illegalmente. "

Sembrerebbe dunque che la voce che i programmi di hacking / cheating effettivamente estraggono informazioni dai PC degli utenti è stata confermata come vera. L'uso di programmi illegali non solo finisce per rovinare l'esperienza online, ma contribuisce ad esporre informazioni personali a malintenzionati.

Fonte: game-debate.com/ , Steam

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a CinaOggi, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.
VPN China

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.