Yang Ruiqi è nata ad Harbin. Ha iniziato la sua formazione presso la Scuola di danza di Shanghai e si è diplomata alla John Cranko School di Stoccarda nel 2012.

È entrata a far parte di Hong Kong Ballet come Coryphée nel 2016. Yang è stata finalista al concorso Prix de Lausanne in Svizzera nel 2009 e nel 2010, e al Concorso di danza della Coppa Taoli nel 2008.

Intervista di Dominique Musorrafiti

Sito UfficialeInstagram

planet-china-womenQuesta è un'intervista selezionata dal quarto volume di Planet China, dedicato alla Giornata Internazionale delle Donne 2018

 

 

 

CinaOggi: Quando hai capito che la danza sarebbe potuta diventare la tua professione? Hai sempre desiderato essere una ballerina?

Yang Ruiqi: Perseguire il mio lavoro preferito come professione è una delle cose più meravigliose del mondo! È presuntuoso dire "la mia vita è tutta una questione di danza", ma comunque, la danza è indispensabile nella mia vita. Ballare è un lavoro duro, e ho fiducia nel fare del mio meglio perché è la mia scelta.

ballerina cinese yang ruiqi

C O: Chi ti ha influenzato di più nella tua carriera?

Y R: È difficile scegliere una persona che ha avuto la maggiore influenza su di me. La vita contiene molti punti uniti, e abbiamo bisogno di cogliere le nostre opportunità. Ci sono molte persone brillanti intorno a me da cui imparare. Se dovessi davvero scegliere una persona, sceglierei sicuramente i miei genitori (sì, ho scelto due persone alla fine)!

ballerina cinese yang ruiqi

C O: C'è un ruolo che hai sognato di interpretare da quando eri una bambina?

Y R: Adoro tutti i ruoli che interpreto.

È entrata a far parte dello Stuttgart Ballet come apprendista nel 2012 e nel 2013 è stata promossa a membro del Corpo di ballo.

C O: Quale ruolo hai interpretato che avrà sempre un posto speciale nel tuo cuore? Ve n'è uno in cui hai identificato di più te stessa?

Y R: Vorrei scegliere Olga in "Onegin". Lei è una tipica ragazza innocente con una personalità delicata. Questo è il mio miglior ricordo dei tempi in cui lavoravo allo Stuttgart Ballet.

C O: Puoi dirci qualcosa delle tue esperienze all'estero e quali differenze trovi rispetto all'Asia?

Y R: Sono sempre ancora io, per me, non sono cambiata. Mi piace il trambusto delle città che mi fa sentire energetica. L'Europa è un posto tranquillo dove stare, e ho imparato a godermi momenti personali da sola.

C O: Quali limiti della vita il balletto ti ha aiutato a superare? Che cosa la danza ha contribuito a rafforzare in te?

Y R: Dobbiamo rafforzarci dall’interno del nostro cuore per affrontare i problemi della vita, questo è lo stesso approccio che ho nella mia carriera. La forza è nutrita dal nucleo della mente, che è il requisito fondamentale per l'allenamento della danza.

C O: Quanto è importante la disciplina? Quanto tempo alla settimana dedichi all'allenamento?

Y R: La disciplina è una buona abitudine, poiché sappiamo cosa è essenziale e cosa non è necessario. Controlliamo il nostro corpo i nostri appetiti, quindi dobbiamo fare attenzione e non mangiare troppo. A volte si pensa di voler mangiare molto, ma potremmo non essere in grado di mangiare davvero così tanto.

C O: Cosa deve prendere in maggiore considerazione una ballerina per raggiungere I propri obiettivi?

Y R: Come ballerina, la tua figura corporea naturale è molto importante, ma non tutti possiamo fare affidamento su questo. Abbiamo ancora bisogno di un approccio sfaccettato per lavorare con il sudore e lo sforzo ogni giorno per godere di quei grandi momenti sul palco.

Foto cortesemente concesse da Yang Ruiqi

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a CinaOggi, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.
VPN China

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.