CinaOggi > Attualità in Cina > Una gang cinese accusata di vendere frecce avvelenate per uccidere cani

Una gang cinese accusata di vendere frecce avvelenate per uccidere cani

La polizia dello Anhui ha arrestato otto persone per avere venduto qualcosa come 200.000 siringhe dotate di una dose massiccia di succinilcolina, un farmaco utilizzato in anestesia.

Le siringhe avvelenate venivano utilizzate per essere scagliate verso i cani randagi per ucciderli istantaneamente. Gli animali poi venivano rivenduti nei ristoranti e nelle bancarelle specializzate in carne di cane.

Gli acquirenti, secondo l’agenzia di stampa cinese Xinhua, erano principalmente commercianti di cani che procuravano e vendevano gli animali ai ristoranti.

Secondo gli inquirenti, anche gli stessi clienti potrebbero essere in pericolo, avendo consumato carni contenenti un farmaco.

Gli aghi erano stati modificati dalla gang con una molla e un’aletta in modo tale da poter essere lanciati dalla distanza.

Quando, ad ottobre, la polizia ha fatto irruzione nel covo della gang nella città di Enshi, nello Hubei centrale, ha trovato 4 chili di sostanze chimiche, 10.000 siringhe e 100.000 yuan (circa 13.000 euro).

yulin-festival-della-carne-di-cane
Le carcasse degli animali esposte al festival della carne di cane di Yulin

Fonte: Guardian , Xinhua , Yulin dog festival

Previous

Greta Moroni vince il premio Ecologic Concept Prize in Cina

Intervista al fotografo Duran Levinson: Street Photography in Cina e Hong Kong

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!