La sezione commenti del Quotidiano del Popolo

Da est a ovest il nemico è sempre lo stesso: la stampa libera occidentale, identificata come ipocrita, spacciatrice di notizie false e calunniatrice.

0
353
troll cinesi

Se volete intristirvi leggendo una serie praticamente infinita di falsità, sparate nazionaliste, incitamenti all'odio, esaltazione della visione sinocentrica del mondo, ragionamenti zoppi, mezze verità, vi consigliamo la sezione commenti della versione in inglese di People.cn.

Il Quotidiano del Popolo è la storica testata del Partito Comunista Cinese.

I commenti del Quotidiano del Popolo, che per la verità non sono molto diversi da quelli che si possono leggere su Facebook o sui siti di alcuni famosi giornali italiani, si contraddistinguono per violenza e cecità, trasudando ignoranza pura.

Leggendo questo carosello, non ci si può che domandare (sperare?) se questi commenti non siano finti, magari scritti dal celebre esercito dei 50 centesimi che tanto ha insegnato agli ormai altrettanto celebri troll russi che hanno inquinato le campagne elettorali in America e in giro per l'Europa, o se veramente ci siano persone che in stato non alterato e lucido pensino queste cose.

Tutto queste belle parole vengono pubblicate proprio mentre è appena terminato il terzo forum sulla comunicazione tra Cina e Russia dove si individua nella stampa libera occidentale, la fonte di ogni problema (insieme all'India, il nemico del momento). Che poi è come se ad un simposio sulla comunicazione tra Italia e Germania si identificassero come problema della comunicazione italiana i media cinesi. La frase chiave difatti che ne è scaturita è stata proprio: "contrastare la narrazione occidentale dei fatti".

Lo stile retorico poi è sempre lo stesso e stranamente simile a quanto si legge in giro su facebook o sulle comunità su reddit come The_Donald, vera e propria cloaca mediatica: i nemici sono i democratici americani, i baizuo, la sinistra bianca, che evidentemente tanto inquieta i sogni distopici del governo cinese, nonostante sia stata sconfitta alle recenti elezioni americane e l'Unione Europea, identificata con la figura di Angela Merkel.

Tutto questo sfruttando poi le piattaforme americane per la condivisione dei contenuti, alla faccia della coerenza, il tutto condito in un odioso e ipocrita miscuglio di vittimismo e razzismo.

Ecco una selezione di gemme provenienti da en.people.cn:

troll cinesi troll cinesi troll cinesi troll cinesi troll cinesi

E così avanti all'infinito.

Topic: troll cinesi

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a CinaOggi, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.