Otto morti in un attacco nello Xinjiang in Cina

Otto persone sono morte durante un attacco perpetrato con un coltello nella regione dello Xinjiang.

0
431
attentato xinjiang

Tre assalitori hanno ucciso cinque persone e ferito altre dieci prima di essere fermati dalla polizia a colpi di pistola, nella contea di Pishan.

Lo Xinjiang è una vasta regione autonoma abitata storicamente dalla minoranza etnica uigura, a predominanza musulmana e da anni rappresenta una spina nel fianco di Beijing, un'area in equilibrio instabile a causa delle spinte indipendentiste, esacerbate spesso dalla mancanza di lungimiranza del potere centrale nell'affrontare la questione uigura.

Secondo i gruppi dei diritti degli uiguri, la violenza cinese è la reale causa dell'instabilità della provincia. Il governo da parte sua, ha sempre negato qualunque forma di repressione nei confronti della minoranza uigura.

In una dichiarazione pubblicata sul sito del governo locale, gli assalitori vengono definiti criminali e la polizia è intervenuta nel giro di pochi minuti. Al momento, l'ordine sociale è stato ristabilito e le indagini per accertare le dinamiche dell'incidente sono iniziate. La contea ha proclamato il massimo livello di sicurezza e la polizia pattuglia armata le strade della città. Secondo Dilxat Raxit, rappresentante del World Uyghur Congress, sei persone sono state arrestate, compresi due giovani uiguri che hanno fornito informazioni sull'incidente.

Fonte: BBC.com

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.