La Cina vieta l'esportazione di materiale potenzialmente bellico in Nord Corea

0
381
Il leader Nord Coreano Kim Jong Un al terzo meeting degli attivisti al congresso dell'Armata Popolare Coreana (KPA) (Foto: Reuters)

La Cina ha appena vietato le esportazioni di prodotti dall'uso ambivalente, ovvero che possono essere utilizzati per uso civile e bellico, verso la Corea del Nord.

Il ministero del commercio, dell'industria e dell'informazione tecnologica di Beijing, l'autorità per l'energia atomica in Cina e l'agenzia doganale hanno annunciato lo "Enforcement Decree of Export Exclusion" nella giornata di martedì.

Una lista dettagliata dei prodotti era già stata creata dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, e comprende prodotti elettronici e "materiali speciali", che potrebbero essere usati sia in ambito civile che bellico.

Il 16 giugno del 2016 la Cina aveva annunciato che avrebbe rafforzato il divieto di esportazioni verso la Corea del Nord, comprendendo una serie di prodotti che sarebbero potuti essere utilizzati per fabbricare armi atomiche, in ottemperanza alla Risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu n. 2270.

Le Nazioni Unite stanno anche monitorando le esportazioni di carbone dalla Nord Corea in tempo reale, in modo tale da controllare se nazioni come la Cina stiano effettivamente attuando le sanzioni concordate per indebolire il programma nucleare coreano.

Le esportazioni nord coreane di carbone dovrebbero diminuire notevolmente in seguito all'adozione della Risoluzione 2312 di Novembre.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a CinaOggi, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.