CinaOggi > Geografia cinese > Diari di viaggio in Cina - Ti racconto il mio viaggio in Cina > La Transmongolica

La Transmongolica

“Nella prima tappa, da Mosca a Irkutsk, ho passato quattro giorni e mezzo in treno, attraversando circa 5000 chilometri di foreste…”

Fotografie e testo di Aristide Russo

“non è possibile, sei un pazzo, non potrei mai stare 4 giorni e mezzo in un treno, che hai fatto 4 giorni e mezzo su un treno?”

“Ed era solo la prima tappa…”

Gira e rigira questa è la risposta che più o meno tutti mi danno quando inizio a raccontare di questo viaggio mistico, la Transmongolica. La cosa curiosa è che alla fine nessuno vuole veramente sapere com’è andata, o cosa significa fare un viaggio così, le sensazioni, le emozioni, come ti può cambiare tanto tempo in un treno, quanto può essere importante condividere le vite con persone che normalmente vivono agli angoli opposti del mondo, o semplicemente assaggiare una zuppa di montone nella carrozza ristorante mongola su un treno cinese attraversando il deserto del Gobi, cavalcare un cavallo mongolo per quasi 5 ore nella steppa mongola, perdere mezz’ora per fare 3 fermate nelle metropolitane di Pechino, perdersi per trovare i posti più improbabili e le persone più interessanti…

Ma più di tutto, com’è sentirsi viaggiatori?

Forse è pesante sentirsi raccontare tutto questo, probabilmente è difficile essere veramente così tanto curiosi o semplicemente spesso non interessa, ma forse, effettivamente, è impossibile raccontare tutto ciò senza fotografia.

Il resto delle immagini del viaggio sono disponibili su Behance.
MOSCOW
Mosca-Moscu-Москва- нисэх-莫斯科

0 – 5185 KM
Moscow – Irkutsk

Koty

Baikal Lake – Bolshie Koty

Irkutsk
Иркутск – Эрхүүгийн – 伊尔库茨克

5185 – 6305 KM
Irkutsk – ulaanbaatar

Nature Reserve Gun Galuut
Заповедник пистолет Галуут – Байгалийн нөөц буу Галуут – 自然保护区枪Galuut

Ulaanbaatar
Ulan Bator – Улан-Батор – Улаанбаатар хот – 乌兰巴托

6305 – 7402 KM
Ulaanabaatar – Beijing

Beijing
Pechino – Пекин – Бээжин – 北京

Previous

Lo speciale di Cina Magazine sullo Yunnan all’Expo di Milano, gratis al Padiglione Cina!

LA STRAGE DI NANCHINO NEL CINEMA: DA “I FIORI DELLA GUERRA” DI ZHANG YIMOU A “NON SOLO UN FILM” DI PAOLO LIPARI

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!