CinaOggi > Attualità in Cina > Il mercato nero dello sperma in Cina

Il mercato nero dello sperma in Cina

Una pratica raccapricciante di questo business emergente.

Global Times pubblica un’ interessante indagine sul mercato nero dello sperma in Cina.

Global Times spiega al lettore che alcuni intraprendenti signori offrono a coppie che hanno problemi ad avere figli, a causa anche della inadeguatezza delle banche del seme cinesi, un servizio particolare, ovvero quello di fornire prestazioni sessuali alle mogli in modo da ingravidarle direttamente. Questi donatori volontari (volontari fino ad un certo punto poiché alla fine del servizio ricevono spesso un contributo fino a 5000 yuan) pubblicizzano i loro servizi su internet e su QQ e si dicono in grado di aiutare le coppie anche se le mogli sono di aspetto sgradevole o brutte. Dal momento che i donatori non hanno l’attrezzatura medica per iniettare lo sperma efficacemente devono ricorrere a metodi più tradizionali. Ciò che ne consegue ovviamente è una scelta davvero difficile per le coppie che desiderano avere figli poiché se non fosse abbastanza chiaro, il marito deve acconsentire che la moglie abbia un rapporto sessuale completo con il donatore.

Una macchina per raccogliere lo sperma in un ospedale dello Hunan. I donatori possono stimolarsi attraverso la visione di un film pornografico

Li Shaohua, l’organizzatore di un gruppo su QQ di una sessantina di donatori, afferma che i medici consigliano un rapporto sessuale diretto anziché l’inseminazione artificiale poiché più efficace. Le coppie (stranamente) preferiscono affidarsi invece all’inseminazione artificiale piuttosto che ricorrere a questo metodo. Inoltre aggiunge Li, i donatori offrono il loro sperma attraverso questa tipologia di inseminazione poiché andare alle banche del seme è una pratica troppo burocratica e che fa perdere un sacco di tempo.

Ling Lin, una giovane trentenne in cerca di un donatore, si era iscritta al gruppo su QQ. Immediatamente sono entrati in chat tre uomini, ma la giovane ha preferito desistere in quanto le sembrava di essere in cerca di tre papponi.

Ovviamente un mercato del genere, (anche regolamentato a parere di chi scrive) non può che avere una lunga serie di dolorose conseguenze. Innanzitutto le malattie. Nel gruppo ci si può esclusivamente fidare della parola del donatore. Una delle regolamentazioni delle banche del seme è che lo sperma del donatore non può andare a più di 5 donne. Qui invece un donatore non ha limiti. Infine una scelta del genere non può che causare problemi alla stabilità della coppia.

Fonti

Global Times via The Atlantic Wire

Previous

Cina: Amnesty International denuncia l’aumento degli sgomberi forzati

Vecchio documentario su Chengdu 1940

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.