CinaOggi > Geografia cinese > Viaggi in Cina > Beijing Underground City: Il gigantesco complesso anti atomico nel cuore di Pechino

Beijing Underground City: Il gigantesco complesso anti atomico nel cuore di Pechino

Da Qianmen si può accedere alla suggestiva underground city (北京地下城), ovvero un complesso di tunnel che si snoda per 33 chilometri quadrati sotto Pechino.

La struttura collega i centri di potere cittadini e oggi è stata in parte riconvertita ad attrattiva turistica. La city è stata costruita durante gli anni sessanta in funzione antisovietica ed è anche chiamata Grande Muraglia Sotterranea. Alcune sale della underground city ospitano negozi, bancarelle ed altri esercizi commerciali. Il video lo abbiamo girato nel 2001 come parte del progetto Overloaded Peking e all’epoca la rete elettrica del labirinto era afflitta da continui blackout. In ogni caso il vasto dedalo  di tunnel rimane uno dei luoghi più affascinanti della Pechino alternativa.

L’Underground City è stata voluta da Mao in caso di attacco nucleare durante le tensioni quasi sfociate in conflitto con l’Unione Sovietica a causa delle controversie territoriali riguardanti l’isoletta di Zhenbao. Teoricamente la rete di tunnel e sale sotterranee avrebbero potuto ospitare metà della popolazione pechinese in caso di attacco nucleare o chimico sovietico. L’altra metà nelle strategie difensive cinesi, si sarebbe potuta rifugiare nelle Colline Occidentali. Non esiste una vera e propria mappa ufficiale della struttura ma teoricamente dovrebbe collegare diversi centri nevralgici della città: Tiananmen, Il Tempio del Cielo, Qianmen, la Città Proibita, le Colline Occidentali, etc.

Previous

Il quartiere Qianmen a Beijing

La foto del manifestante ucciso da uno schiacciasassi è un falso?

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.