CinaOggi > Economia cinese > Una campagna promozionale per il rilancio del “Made in China”

Una campagna promozionale per il rilancio del “Made in China”

Il governo cinese ha recentemente lanciato una campagna promozionale per il rilancio del “Made in China”, troppo spesso accusato di essere sinonimo di “qualità scadente” e “dannoso per la salute”.

Lo spot si chiama “Made in China, Made with the World”, ed è stato commissionato dal Ministero del Commercio e rimarrà in onda per sei settimane sulla CNN negli Stati Uniti e in Asia, ha detto un portavoce dell’agenzia pubblicitaria DDB, che ha realizzato la pubblicità.

Della durata di 30 secondi, lo spot è andato in onda per la prima volta il 23 novembre e puntualizza come molti dei prodotti cinesi vengano realizzati con l’aiuto di personale e tecnologie straniere.

La questione sulla sicurezza e sulla bontà dei prodotti “Made in China”, è in effetti, un tema delicato e controverso.

Se è vero che sono stati immessi sul mercato (e ancora sono presenti) innumerevoli prodotti sotto lo standard qualitativo o dannosi per la salute (vernici tossiche usate nei giocattoli per dirne una), vi sono altrettanti prodotti ben realizzati.

Negli stabilimenti cinesi vengono realizzati anche molti dei gadget che utilizziamo quotidanamente; Nokia, Apple, Microsoft, Dell e moltissime altre compagnie appaltano la produzione dei loro laptops, cellulari e palmari proprio a subcontractors di Taiwan o del Guangdong.

Previous

“Cina dai mille volti” – Opera del Sichuan

Come procede la ricostruzione delle zone terremotate del Sichuan? Male a quanto pare

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!