CinaOggi > Internet, nuove tecnologie e scienza in Cina > La nuova stazione spaziale cinese

La nuova stazione spaziale cinese

Secondo le dichiarazioni del capo designer del razzo Shenzhou, Qi Faren, la nuova stazione spaziale cinese consisterà di un modulo principale, due sperimentali, una navicella con equipaggio e una seconda utilizzata come cargo.

Il modulo principale peserà 20 tonnellate e incorporerà postazioni multiple per l’attracco, affinché si possa collegare a una scialuppa di salvataggio o a una navicella cargo.
La Cina al momento si trova nella fase due del suo programma spaziale e devono ancora essere approntate altre quattro tecnologie chiave prima di entrare nella terza e ultima fase prima del lancio della stazione.
Nell’ultima missione, la Shenzhou VII, attuata l’anno scorso, un equipaggio di astronauti cinesi (gli ormai celebri taikonauti) è riuscito con successo in una “passeggiata spaziale”. La prossima sfida sarà quella dell’ammaraggio delle navicelle al modulo principale della stazione spaziale. Tiangong I (Palazzo Celeste I) il cui lancio è previsto prima del 2011, sarà la piattaforma per testare le nuove tecnologie per l’ammaraggio. Tiangong, dal peso di 8,5 tonnellate, sarà l’oggetto al quale Shenzhou VIII, IX e X dovranno attraccarsi per testare con successo questa nuova tecnologia.
Shenzhou VIII sarà una navicella priva di equipaggio che cercherà di attraccarsi a Tiangong I nel 2011.
Se questa missione avrà successo, verranno inviate altre navicelle dotate di equipaggio per provare questa complicata manovra.
Dopodiché Tiangong I entrerà in una fase di perfezionamento e successivamente dovrà essere sviluppato il laboratorio spaziale, indispensabile sia per la sopravvivenza stessa degli astronauti che per portare a termine importanti esperimenti nello spazio.
Allo stato attuale, le navicelle Shenzhou possono portare solo 300 chili di scorte per la sopravvivenza dei tre astronauti che andranno a comporre l’equipaggio.
Un altro importante problema che dovrà essere risolto sarà quello del riciclaggio dell’aria e delle scorte d’acqua.
Quando tutti questi problemi avranno trovato una soluzione, la Cina sarà pronta al lancio della sua stazione spaziale, grazie al razzo CZ-5 (chiamato anche LongMarch 5, Changzheng 5 o LM-5), dalla stazione di lancio nella provincia di Hainan, nella Cina Meridionale.
cz-5
lm-5
Il vettore Lunga Marcia V
Previous

Oliver Stone e Fan Bingbing

Hot i souvenirs di Lei Feng

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.