Home Cinema Cinese Registi cinesi Vita e Filmografia di Jia Zhangke

Vita e Filmografia di Jia Zhangke

0
Vita e Filmografia di Jia Zhangke
Wang Xiaoshuai e Jia Zhangke a BigScreen Italia

Foto, filmografia, biografia di Jia Zhangke. Jia Zhangke nasce a Fengyang nella provincia dello Shanxi, nel 1970. A 18 anni si trasferisce a Taiyuan, capitale della regione, dove frequenta l’Accademia di belle arti. Qui studia pittura ad olio.

Articoli correlati: I figli del fiume giallo , intervista a Jia Zhangke , Jia Zhangke giurato al festival di CinaOggi BigScreen Italia

Nel 1991 scrive il racconto The sun hung on the crouch, che viene pubblicato sulla rivista Shanxi Literature. In questo periodo nasce la passione per il cinema dopo la visione del film di Chen Kaige “Terra Gialla”.

Due anni dopo nasce la Youth Experimental film Group, una delle prime organizzazioni di produzione cinematografiche completamente indipendenti e in due anni confeziona tre cortometraggi.

La Youth Experimental Film Group, offriva l’occasione di impratichirsi con le tecniche del mestiere. E’ un ambiente molto vivo culturalmente. Le loro produzioni sono girate in digitale, evitando così di spendere grosse somme di denaro ed evitando contemporaneamente la censura di regime.

platform-locandina
La locandina del film Platform di Jia Zhangke

All’interno del gruppo v’erano tutti gli addetti di una normale troupe: regista, cameraman, sceneggiatore, montatore, tecnico audio, etc. Concludono tre mediometraggi: Un giorno a pechino (1994), Xiao Shan Hui jia (1995), Dudu (1996).

Xiao Shan hui jia vince il Gold Prize all’ Hong Kong Film Festival Awards. Dopo l’incontro con Yu Lik Wai e Li Kit Ming, gira il film Xiao Wu (1997), suo primo vero lungometraggio. Il film vince molti premi (Berlin Film Festival, Festival Des Trois Continents, etc.). Il governo cinese però censura la pellicola in patri perché forse troppo critico nei confronti del regime. Il film parla delle tristi vicissitudini di un ladruncolo, che lungo il corso della pellicola perderà i contatti con la famiglia, la ragazza e gli amici.

Alla fine del film Xiao Wu, questo è il nome del ragazzo, viene arrestato dalla polizia ed umiliato pubblicamente per le strade di fengyang. Dopo la produzione di questo film, JZK viene contattato dalla T-Mark, società di produzione cinematografica di Takeshi Kitano, famoso attore- regista giapponese, dal produttore Shozo Ichiyama che precedentemente aveva lavorato con il regista Hou Xiaoxian per fare tre film. Questa collaborazione porta alla conclusione del suo secondo lungometraggio, Zhantai (2000).

Anche altre case di produzione occidentali collaborano (la francese CNC, etc.). Altri giovani registi cinesi hanno collaborato con case di produzione europee (ad esempio l’ultimo film di Zhang Yuan, diciassette anni, è stato prodotto da Fabbrica, società legata al gruppo Benetton). Zhantai vince molti premi (Venezia Film Festival, etc.).

Mentre Xiao Wu è stato girato in 21 giorni usando un cast piuttosto limitato, per la realizzazione del suo secondo film si è impiegato circa un anno, poiché la pellicola richiedeva d’esser girata in diverse stagioni e sono state impiegate circa 100 comparse ed attori. Il cinema cinese non aveva ancora raccontato la Cina degli anni ’80, periodo di grandi trasformazioni, della fine dell’ideologia di massa, dell’introduzione della cultura pop occidentale e del modello capitalistico.

Zhantai racconta la storia di una brigata culturale che, una volta finite le sovvenzioni statali, porta in giro per la Cina uno spettacolo basato sulla cultura occidentale. Il cinema europeo ha molto influenzato JZK, in particolare quello francese (Godard, Bresson) e il neo realismo italiano (De Sica, Pasolini). Nel 2001 il Film Festival coreano JeonJu commissiona a JZK, al regista di Taiwan Tsai Minglian, e al cineasta inglese John Acomfrah, un film composto da tre episodi ognuno della durata di trenta minuti, chiamato Digital Short Film Festival by 3 filmmakers. L’episodio di Jia, che è il più giovane dei tre, è un documentario- sperimentale girato in luoghi pubblici chiamato In public.

Nel 2006 Jia Zhangke è membro della giuria al BigScreen Italia 2006, organizzato per l’anno dell’Italia in Cina a Kunming proprio da CinaOggi, insieme a Wang Xiaoshuai, Marco Ceresa e Ye Yongqing. A settembre vince il Festival del Cinema di Venezia con il film “Still Life”, presentato a sorpresa.

Matteo Damiani

Biografia

Jia Zhangke è nato nel 1970 a Fenyang, una cittadina della provincial settentrionale di Shanxi, a un’ora di auto dal famoso Fiume Giallo. A diciotto anni, Jia Zhangke ha studiato pittura a Taiyuan. Si interessa alla letteratura e scrive il suo primo romanzo nel 1991. Due anni dopo, entra all’accademia di cinema di Pechino. Nel 1995, ha fondato il gruppo cinematografico sperimentale giovanile, la prima organizzazione indipendente del genere in Cina. Con il gruppo realizza due video, entrambi premiati. Dopo il diploma nel 1997, gira il primo lungometraggio, Xiaowu. Dopo aver trattato l’urbanizzazione della Cina settentrionale nei suoi primi tre film, in Shi jie si occupa invece della vita cittadina di Pechino. (per gentile concessione della Mostra del Cinema di Venezia).

Nel 2006 partecipa come mebro della giuria a BigScreen Italia organizzato da CinaOggi insieme a Wang Xiaoshuai. A settembre dello stesso anno si aggiudica il Leone d’Oro alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con il film Still Life.

STILL LIFE ha vinto il Leone d’Oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2006, IL TOCCO DEL PECCATO ha ottenuto il premio per la Miglior sceneggiatura al Festival di Cannes nel 2013 e AL DI LÀ DELLE MONTAGNE è stato selezionato in Concorso al Festival di Cannes nel 2015. In molti suoi film, Jia Zhangke ha sfumato la linea che separa finzione e documentario. È anche il produttore di opere di numerosi giovani registi ed è apparso in ruoli cameo nei lavori di altri cineasti.

FILMOGRAFIA DEL REGISTA

I FIGLI DEL FIUME GIALLO Festival di Cannes 2018, Concorso
AL DI LÀ DELLE MONTAGNE Festival di Cannes 2015, Concorso
IL TOCCO DEL PECCATO Festival di Cannes 2013,
Premio per la Miglior sceneggiatura
I WISH I KNEW (doc) Festival di Cannes 2010, Un Certain Regard
24 CITY Festival di Cannes 2008, Concorso
WUYONG (USELESS) (doc) Mostra del Cinema di Venezia 2007
Premio Orizzonti per il Miglior documentario
STILL LIFE Mostra del Cinema di Venezia 2006, Leone d’oro
DONG (doc) Mostra del Cinema di Venezia 2006, Orizzonti
THE WORLD Mostra del Cinema di Venezia 2004, Concorso
(UNKNOWN PLEASURES Festival di Cannes 2002, Concorso
IN PUBLIC (doc) Marsiglia 2001, Grand Prix
PLATFORM Mostra del Cinema di Venezia 2000, Concorso
XIAO WU Berlinale 1998, Premi Wolfgang Staudte & Netpac

Regia

titolo produzione anno
Zai Beijingde yi tian – Un giorno a Pechino
Film
1994
Xiao Shan hui jia Xiao Shan torna a casa
Film
1995
Dudu
Film
1996
Xiao Wu ??
Film
1997
Zhantai – Platform ??
Film
2000
In Public

Cortometraggio
in Digital Short Movies By Three Filmmakers

2001
Ren Xiao Yao – Ao no inazuma – Plaisirs inconnus – Unknown Pleasure
Film
2002
Shijie – ??
Film
2004
Dong – ?
Documentario
2006
Sanxia Haoren – Still Life – ????
Film
2006
Wuyong – Useless
Documentario
2007
The Age of Tattoo – Ciqing shidai
in production
2008
He Shang de Aiqing – Cry me a River
in production
2009

Sceneggiatore / Writer

Xiao Wu (1997)
Zhantai – Platform (2001)
In Public (2001)
Ren Xiao Yao – Ao no inazuma – Plaisirs inconnus – Unknown Pleasure (2002)
Shijie (2004)
Dong (2006)
Sanxia Haoren – Still Life (2006)
Wuyong – Useless (2007)

Produttore / Producer

Xiao Wu (1997)
Zhantai – Platform (2001)
Sanxia Haoren – Still Life (2006)

Varie / Various

In Public (2001) (fotografia – montaggio)
Overloaded Peking prodotto da Abelvideo / CinaOggi (intervista)
Ren Xiao Yao – Ao no inazuma – Plaisirs inconnus – Unknown Pleasure (2002) (attore)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!