Confusione sui metodi contraccettivi

0
168

Dai risultati di una ricerca, svoltasi a Shanghai lo scorso giovedì, molte donne cinesi hanno poca conoscenza dei metodi contraccettivi.

Circa il 42% delle donne che non hanno programmato una gravidanza non si proteggono sessualmente e molte di quelle che hanno risposto alla ricerca hsnno dimostrato di non comprendere ne conoscere i metodi contraccettivi orali quali le pillole.

La ricerca, svolta dal Nanjing Organon Pharmaceutical Co. e dal portale web Sina.com, ha rivolto l'indagine a 4281 cittadine cinesi, di età compresa tra i 20 ed i 30 anni, di tutte le regioni comprese Hong Kong, Macao e Taiwan.

Più del 64% delle donne considera i preservativi il migliore metodo contraccettivo. Solo il 7,7% prende regolarmente la pillola, mentre, invece, nei paesi occidentali la percentuale di donne che la usa si aggira tra il 30% e 40%.

Nonostante la poca conoscenza dell'uso della pillola, dall'inchiesta è emerso che vi è un 40% di donne in Cina che una volta all'anno usa la pillola del giorno dopo e circa il 13% di questo gruppo la prende al massimo tre volte l'anno.

E' anche emerso che un 19% delle donne che hanno risposto di non sapere la differenza tra la regolare pillola e la pillola del giorno dopo.

Feng Yuzeng, un dottore del Shanghai N°.1 People's Hospital's gynecology department, ha riferito che molte donne, circa un 63%, sono preoccupate degli effetti collaterali delle pillole dovuti agli estrogeni. Il medico conferma che è un fraintendimento di fondo poiché le pillole hanno un tasso molto basso di estrogeni e non danneggiano la salute di chi le prende con il giusto metodo.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Il medico ribadisce che oltre al controllo delle nascite, le pillole hanno un altro effetto positivo, cioé quello di rendere regolare il ciclo metruale e controllare il cancro alle ovaie e il cancro alla membrana uterina.

Inoltre i medici cinesi prescrivono alle loro pazienti pillole con il più basso tasso di estrogeni, specialemente per le più giovani.

26 Ottobre 2007 -