CinaOggi > News dalla Cina > Condanna a morte per furto ad uno dei patrimoni storici dell’umanità

Condanna a morte per furto ad uno dei patrimoni storici dell’umanità

Pechino – 17 Agosto – Xinhua ha riportato che Li Haitao, responsabile degli Otto Templi esterni del parco archeologico della montagna di Chengde, poiché ha rubato 259 preziosi manufatti appartenenti al luogo, ufficialmente dichiarato patrimonio dell’umanità dal 1994, è stato condannato a morte. L’uomo tra il 1992 ed il 2002, periodo in cui era a capo del Dipartimento per la conservazione dei reperti, avrebbe sostituito gli originali con dei falsi. I suoi complici sono stati invece condannati a 2 o 5 anni di carcere con multe tra 10 mila e 100 mila yuan (tra 1.200 e 12 mila $). Della refurtiva sono stati recuperati solo un centinaio di reperti, 152 erano già stati venduti, procurando a Li Haitao più di 3,2 milioni di yuan (385.500 $) e 72 mila $.

Previous

L’attivista per i diritti umani Du Daobin rimarrà in carcere

Continuano ad aumentare le vittime del tifone Rananim

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.