Deputato giapponese ridimensiona il massacro di Nanchino

0
166

14 luglio – Tokyo – Takami Eto, deputato giapponese, ha dichiarato che la cifra di 300000 vittime avanzata dalla Cina in riferimento al massacro di Nanchino, una delle pagine più tristi della dominazione nipponica in Cina, è un’invenzione e una menzogna. Takami non è nuovo a questo genere di esternazioni: in passato era stato costretto a dare le dimissioni nel 1995 a causa di alcune sue affermazioni a proposito della dominazione giapponese in Cina, secondo il quale questa non sarebbe stata un episodio del tutto negativo in quanto avrebbe portato alla costruzione di strade, scuole e altre strutture.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a CinaOggi, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.