La spettacolare Sêrtar in Cina a rischio distruzione

Immagini e storia dell'incredibile monastero, il più grande Istituto Buddhista Tibetano del mondo.

0
263

Sêrtar, il "Cavallo d'Oro" in tibetano comprende 17 cittadine e 66 villaggi. E' popolato da oltre 40,000 suore e monaci buddhisti.

Il luogo è noto principalmente per ospitare l' Istituto Larung Gar, il più grande istituto buddhista tibetano nel mondo, fondato nel 1980 dal lama Khenpo Jigme Phuntsok.

Argomenti correlati: Il rito funebre della sepoltura a cielo aperto tibetana

serthar_001

Sêrtar inizialmente era popolata da pochi monaci. Nel giro di poche decadi però, si è ingrandita fino ad ospitare decine di migliaia di monaci e pellegrini, che oggi compongono la maggior parte della popolazione del luogo. Ad ogni modo, secondo ad un documento di otto punti promulgato dalle autorità cinesi, questo istituto verrà ridotto di dimensioni e migliaia di suore e monaci dovranno abbandonare Larung Gar entro il 2018. Secondo il sito The Land of Snows ai viaggiatori non è più permesso di viaggiare nell'area, almeno per i prossimi 12, 18 mesi. L'ordine di demolizione è stato dato per regolamentare e controllare il sito tibetano, considerato evidentmente un focolaio problematico. Secondo l'organizzazione britannica Free Tibet, da luglio del 2016 la Cina ha iniziato a demolire gli edifici di Larung Gar. Le autorità locali hanno ricevuto l'ordine di diminuire del 50% gli abitanti del luogo.

Immagini della distruzione di Sêrtar

Storia di Sêrtar

jigme-phuntsok
Khenpo Jigme Phuntsok

Khenpo Jigme Phuntsok

La fondazione di Sertar

All'età di due anni Khenpo Jigme Phuntsok fu identificato come la reincarnazione di Terton Sogyal, Lerab Lingpa (1852–1926). Khenpo fondò l'istituto buddhista di Serthar nel 1980. Larung Gar è principalmente un centro di studio non settario. Khenpo ha giocato un ruolo importante nel rivitalizzare gli insegnamenti del buddhismo tibetano dalla liberalizzazione delle pratiche religiose negli anni ottanta. Nel 1987 Jigme Phuntsok incontrò e divenne amico del Nono Panchem Lama.
I difficili rapporti con Beijing e il sostegno alla causa tibetana

Nel 1989 incontrò il Quattordicesimo Dalai Lama, che si rifiutò di denunciare, inamichendosi il partito comunista cinese, che gli proibì di abbandonare il paese per qualunque ragione. Nel 1999 lo Sichuan United Work Front lo cominciò a puntare per il suo appoggio al Dalai Lama e richiese la riduzione degli studenti all'Istituto (da 150 a 1400, secondo fonti diverse). Jigme Phuntsok si rifiutò. Nell'estate del 2001 alcune migliaia di uomini dell'Armata Popolare di Liberazione e dell'Ufficio di Sicurezza Pubblica irruppero nel sito e nelle strutture e disperdendo gli studenti. Alcune case vennero demolite e centinaia di monaci e suore furono espulsi. Nel 2012 un monaco si è immolato a Larung Gar.

serthar_003Sertar è uno dei pochi posti nel Sichuan dove si pratica tuttora il rito funebre tibetano della sepoltura a cielo aperto, un'antica pratica funeraria dove il cadavere viene inciso e mutilato in cima ad un'altura. Gli avvoltoi poi, penseranno a fare sparire i resti.

Larung Gar

Immagini di Larung Gar, il monastero tibetano più grande del mondo

serthar_004

Nonostante si trovasse in una zona remota, Larung Gar riuscì ad attrarre fedeli e discepoli fino a diventare uno dei principali centri di studio buddhisti. Nel 2000 contava oltre 10,000 monaci e suore. Il corpo studentesco è principalmente costituito da monaci, suore, laici che hanno fatto un voto di origine tibetana e cinese e praticanti tantrici suddivisi sotto quattro grandi divisioni religioseç Ngarig Nangten Lobling, International Religious Committee, Pema Khandro Duling Nunnery e Lektso Charbeb Ling. La sola Ngarig Nangten Lobling era costituita da oltre 2500 monaci. Lektso Charbeb Ling è la sezione devota all'indottrinamento di oltre 1000 laici che hanno fatto un voto, ovvero che si impegnano a raggiungere l'illuminazione e praticanti tantrici.

serthar_005Il convento di Pema Khandro Duling ospitava circa 3500-4000 suore provenienti da tutte le regioni del Tibet. La nipote di Khenpo, Jetsunma Mumso, era stata riconosciuta come tulku ed era a capo delle suore. Il termine descrive alcuni insegnanti che si sono reincarnati per varie generazioni.

serthar_006Almeno il dieci per cento degli studenti era di origine cinese Han. I cinesi seguivano alcune lezioni in classi separate condotte in cinese, mentre altre erano insegnate in tibetano.

serthar_007

serthar_008

serthar_009

serthar_010 serthar_011 serthar_012 serthar_013 serthar_014 serthar_015 serthar_016_east serthar_016_north serthar_016_south serthar_016_west serthar_017 serthar_018Images: Wikimedia , Baidu
Wikipedia , The Spectacular Sêrtar is About to be Destroyed