Hong Kong tra dinamicitá e staticitá

0
64

Ogni giorno, ad Honk Kong un flusso continuo di persone, auto e luci si snoda per le strade della città; allo stesso tempo vi è anche solitudine, fissità nel tempo e permanenza. 

Affascinato da questa realtà di perenne transito e forte dialogo tra mobilità e staticità, il fotografo Brian Yen ha deciso di intraprendere un progetto con la sua macchina fotografica digitale. Il suo lavoro, che è durato 365 giorni, si intitola “Un anno ad Hong Kong”. In questa serie di scatti, a volte anche in maniera esagerata, è resa perfettamente l’idea di una città che si muove freneticamente senza sosta, dove tutto può essere transitorio, ma non manca la seconda faccia che è l’opposto della prima, una continua alternanza come il giorno e la notte o la vita e la morte.

Foto: 163.com