Un drammatico documentario sull’AIDS in Cina

0
87

Zhongyuan jishi (中原紀事) é un documentario assolutamente da non perdere per scoprire come il problema dell’AIDS in Cina é diventato epidemico. Errori, sottovalutazioni, abusi e pregiudizio di un sistema medico che ha prima sottovalutato e poi trattato inadeguatamente un problema sanitario che é finito per diventare endemico: personale medico inadeguato, medicinali non approvati dalle Nazioni Unite che finiscono per danneggiare ancor piú i pazienti, discriminazioni che isolano i pazienti.

 


Tutto questo accade nello Henan, una delle province piú popolose della Cina centrale. Ma anche nel resto della CIna la situazione non é migliore. Nel documentario vengono raccontati numerosi episodi drammatici attraverso la voce dei protagonisti come Gao Yaojie, un medico dell’Istituto di Medicina dello Henan che ad esempio racconta come una commissione medica in visita in un villaggio rurale di 3000 abitanti scoprí che circa metá degli abitanti vendevano sangue (1500 persone): di queste, 800 erano risultati positivi ai test dell’HIV e altri 500 non erano state nemmeno esaminate. A differenza di molti altri paesi occidentali dove la malattia si é diffusa soprattutto in certe modalitá (droga, prostituzione, etc), in Cina la malattia é stata in particolar modo veicolata dalla vendita di sangue infetto e dalla relativa mancanza di ammissione del problema da parte del governo.

Prima parte