In arrivo un film sull’industria del sesso a Dongguan

0
53

La reporter Vivienne Chow sul South China Morning Post ha pubblicato una storia su una nuova pellicola intitolata Due West basata sull’omonimo libro.

La storia ruota attorno ad alcuni uomini di Hong Kong alla ricerca di sesso facile in Cina, in particolar modo a Dongguan. Gli uomini intervistati dalla giornalista sembrano indicare che costoro non sono solo alla ricerca di sesso. Allo stesso tempo condannano le loro connazionali per le loro abitudini che li spingono verso altri lidi alla ricerca di affetto. Nonostante il rischio di essere scoperti (probabilmente lo stesso rischio fa parte del gioco), questi uomini intraprendono il viaggio verso la vicina Dongguan ogni volta che possono. Una delle comparse intervistate dalla reporter, John, ha affermato “che tutto questo a Hong Kong non e’ semplicemente possibile. Gli uomini” secondo il suo pensiero  “sono egoisti. Hanno bisogno di essere rispettati e tra questi vicoli troviamo il rispetto che cerchiamo. E’ vero che pago per ottenerlo. E’ una specie di servizio. E’ finto, ma ne vale la pena.”

Per una cifra tra i 300 e i 1100 RMB e’ possibile ottenere una prestazione sessuale. In Cina la prostituzione e’ rampante e ormai da qualche anno Dongguan e’ diventata suo malgrado la capitale del sesso nel paese. La sua vicinanza a importanti centri economici come Guangzhou, Shenzhen e soprattutto Hong Kong ha consentito lo sviluppo di una fiorente industria del sesso, sebbene illegale.