Cathay Pacific vieta il trasporto di pinne di squalo

0
35

La compagnia aerea di Hong Kong Cathay Pacific ha annunciato che non permettera’ piu’ il trasporto di pinne di squalo nel cargo dei suoi aerei dopo le proteste di alcuni gruppi animalisti asiatici.

 

La compagnia dell’ex colonia britannica, una delle maggiori compagnie asiatiche specializzata anche nei servizi di trasporto ha cosi’ vietato il trasporto di tutti i prodotti derivati dagli squali. La richiesta era arrivata da una maxi campagna coordinata da dozzine di organizzazioni per la tutela delle specie marittime che avevano richiesto alla compagnia aerea di cessare questo mercato. Ogni anno difatti vengono importate a Hong Kong 10,500 tonnellate di pinne di squalo da dove poi vengono rivendute e distribuite in altri mercati asiatici. Solo Cathay Pacific era responsabile dell’importazione 650 tonnellate l’ anno. La compagnia ha affermato di avere accolto le richieste delle organizzazioni animaliste poiche’ non rappresenta un business strategico e non e’ compatibile con le politiche di sviluppo sostenibile adottate dalla compagnia. Le pinne di squalo vengono utilizzate in alcuni rimedi della medicina tradizionale cinese (secondo lo Bencao Gangmu – il compendio di Materia Medica – le pinne di squalo sono in grado di irrorare tutti e 5 gli organi – cuore, fegato, milza, polmoni e reni, aumenta le funzioni dei reni, e’ un tonico e aumenta l’appetito) e come status symbol in numerosi ristoranti cinesi. Sei settimane fa  il governo cinese ha annunciato inoltre di avere adottato nuove politiche restrittive nei confronti delle pinne di squalo, ma il divieto totale sara’ operativo entro tre anni. Ogni anno vengono uccisi oltre 73 milioni di squali per soddisfare la domanda del mercato.

Fonte:
New York Times
Foto:
Sustainable Sushi