PIETA

0
30

Regia: KIM KI-DUK 
South Korea, 104′
Cho Min-soo, Lee Jung-jin

Assunto da un usuraio, un uomo vive una vita come bruto in affitto minacciando le persone per recuperare i crediti.

Quest’uomo, senza famiglia e senza nulla da perdere continua la vita senza pieta’ senza curarsi di tutto il dolore che ha causato a un numero sterminato di persone. Un giorno, una donna gli appare affermando di essere sua madre. All’inizio la rifiuta, ma gradualmente l’accetta nella sua vita. Decide di mollare il suo lavoro crudele e di cominciare una nuova vita. Improvvisamente la madre viene rapita. L’uomo immagina di essere stato vittima di una persona in cerca di vendetta. Comincia dunque una caccia a tutte le persone che ha perseguitato ma alla fine scoprira’ che alcuni segreti e’ meglio che non vengano rilevati. 

{youtube}jBpEiDwNuN8{/youtube}

Director’s Statement 

Money inevitably puts people to the test in a capitalist society, and the people today are obsessed with a fantasy that money can solve anything. Money is the problem for most of the incidents that occur today. In this fi lm, two people who give and receive pain over money, unlikely to meet, comes across each other and become family. And through such family, we realize that we are accomplices to everything that occurs in our period. Money will ask sad questions until the people of this era die. Ultimately, we will end up becoming a money to each other and grind ourselves on an asphalt. I again cry out towards heaven with a meager faith today. God, have mercy on us.