Viaggio nel tempo all’epoca delle Dinastie Qing

0
45

leggende-titleNella Cina contemporanea, sono estremamente famose le serie televisive drammatiche, con viaggi nel tempo (vi sono infatti anche alcune pellicole di Hong Kong in cui i protagonisti vengono catapultati nel periodo delle antiche Dinastie cinesi).

Questi programmi seguiti da un pubblico, sia maschile, che femminile, spesso però colpiscono maggiormente gli adolescenti che vedono queste serie come una possibilità di fuga, un’ingenua evasione, in cui desiderano immedesimarsi con i protagonisti dello schermo. Queste premesse hanno dato vita all’ingenua adolescente perseguita dalla fantasia di ritornare attraverso un viaggio nel tempo all’epoca della Dinastia Qing. Xiao Dan, grazie ad internet è riuscita a mettersi in contatto con una “sorella immortale”, la quale si è offerta di aiutare la giovane a realizzare il suo più grande sogno. Dopo un paio di giorni di chat online, Xiao Dan ha scoperto che la “sorella immortale” conosce un “esperto” di viaggi nel tempo disposto a mettere a disposizione la sua “tecnologia” per questo viaggio nel passato. Al primo incontro con “sorella immortale” l’adolescente ha discusso, naturalmente, sul “piccolo” compenso per la “straordinaria” opportunità di poter usufruire di così avanzata “tecnologia”. Le due hanno concordato che la cifra più equa fosse 1800 RMB. Xiao Dan dopo aver aspettato con impazienza la “partenza” recatasi in un luogo sperduto di campagna, ha incontrato questo perfetto sconosciuto esperto di viaggi temporali e la complice conosciuta su internet. In seguito, trascurando completamente il buon senso, ha accettato di bere del vino, in quanto i suoi truffatori, le avrebbero spiegato che il “Dio del vino” l’avrebbe portata alla Dinastia Qing attraverso le ali del sonno. Dopo un paio d’ore Xiao Dan si è risvegliata e ritrovata da sola senza i 1800 RMB e senza cellulare. Ha vagato per le campagne alla ricerca della strada verso casa e nel suo percorso ha visto le somiglianze proprio con il periodo della Dinastia Qing. In seguito la ragazza di 19 anni, che lavora a Dandong, nella provincia del Liaoning ha riferito al distretto di polizia della città di essere stata truffata di 1800 RMB.

{gallery}leggende-metropolitane{/gallery}

 

Questa storiella che circola, chiaramente vuole essere un avvertimento per i giovani, mettendoli in guardia verso i sogni impossibili, le frodi e lo sfruttamento dell’ignoranza. Al giorno d’oggi siamo tutti coscenti che ormai il web è diventato un semplice e veloce mezzo per mettere in giro Leggende Metropolitane. Da tutte le parti del mondo, in mezzo alle informazioni quotidiane, alle storie reali più comuni o più strane, filtrano anche racconti, frutto della fantasia di alcuni che con facilità riescono a circolare più delle storie vere. In questo periodo, sul web cinese sta diventando popolare questa storia e la scarsa fiducia nei confronti dei nuovi giovani porta molti a credere che Xiao Dan sia un’adolescente cinese reale che si sia fatta truffare perché ossessionata dal poter viaggiare nel tempo.

Fonte: Mop