Vacanze per molti ma non per tutti

0
87

feste-lavoro-titleI volti di alcune persone che hanno trascorso la Chunjie, il Capodanno cinese, al proprio posto di lavoro.

I festeggiamenti del Festival di Primavera, il capodanno cinese, sono ancora in pieno svolgimento, ma ci sono delle persone che pur lavorando fuori sede non hanno fatto ritorno nella casa natale per il tradizionale ricongiungimento familiare. Spesso ci si dimentica che anche nel periodo delle vacanze, c’è chi non prende pause e continua a lavorare senza sosta. Per costoro le giornate di festa sono giorni normali come gli altri. Grazie anche ai loro sforzi, il sogno della vacanza può concretizzarsi per il resto dei lavoratori.

Il personale dell'azienda di rame Jiangxi, ha controllato la lubrificazione del sistema. Il primo giorno del Nuovo Anno lunare, loro, come tanti che lavorano nel settore della sanità, nettezza urbana, produzione, trasporto, sicurezza, ristoro e distribuzione sono rimasti ai loro posti.

I lavoratori addetti agli impianti di approvvigionamento elettrico della città di Yangzhou, nella provincia del Jiangsu hanno continuato il controllo della griglia delle apparecchiature.

Gli operatori ecologici di Xian, hanno ripulito le strade dallo sporco e dalla neve per permettere la viabilità di pedoni e macchine.

Alla stazione di Jiangxi Jiujiang, gli addetti alla pulizia dei treni come accade spesso d’inverno hanno rimosso la neve dalle carrozze dei treni.

Nelle autostrade della Contea di Xuanen, nella provincia dello Hubei, gli addetti alle misure antiscivolo si sono impegnati per impedire la formazione di ghiaccio sull’asfalto.

Alcuni impiegati negli uffici di spedizione a Yangzhou, nel Jiangsu hanno controllato l’efficienza dei servizi.

Gli operai che lavorano in un’azienda per la produzione di ferro industriale e travi d’acciaio sono rimasti nelle catene di montaggio, poiché vi è una continua richiesta di prodotti.

Per le strade di Xian, nel distretto Yanta, Zhao Bin, un poliziotto addetto al traffico, non è rimasto a dirigere la viabilità.

All’Hospital Emergency Department, di Xiang Yang Shi, le infermiere del reparto d’emergenza hanno continuato i propri turni di assistenza ai pazienti.

{gallery}feste-lavoro-001{/gallery}

Wu Xiaohui dello Hebei, 27 anni che lavora come infermiera in un ospedale di Beijing, si è appena sposata. Non ha la possibilità di tornare a casa. Se pensa alla sua famiglia, il suo volto rivela una traccia di tristezza, li ha sentiti per telefono. Fortunatamente lo staff dell'ospedale con cui lavora è come una seconda famiglia.

A Tongliao, nella Mongolia, Cheung il macchinista di un treno si è fermato solo per l’ora dei pasti. Non può festeggiare poiché il treno deve continuare il suo viaggio.

Il signor Zhao, dell’Heilongjiang, è l'amministratore di alcuni mercati, che sono in piena attività proprio per via della festività. Non ha famiglia, ma l’anno prossimo spera di sposarsi e tornare a casa.

Una signora originaria dello Hebei, con il marito ha aperto una lavanderia. La donna ha due figlie grandi e uno più piccolo di soli 5 mesi. In passato tornavano tutti a casa, quest'anno non hanno potuto. Il negozio è in piena attività, ci sono molti clienti che necessitano dei loro servigi.

A Beijing un sorvegliante di 17 anni, ha fatto il turno di lavoro proprio il primo giorno dell’anno lunare cinese, anche se non è tornato a casa non si preoccupa. Ritiene che passare la festività a casa sia noioso. A Beijing si sta bene, ma lui non si sente a suo agio. A marzo compirà 18 anni.

Guo Jie originaria di Nanyang, nella provincia dell’Henan, l'anno scorso ha aperto un'edicola, il marito lavora all’ufficio postale. Nonostante a casa vi siano i suoi suoceri ed il figlio di 7 anni, la coppia non è tornata a casa. La donna è rimasta a Beijing, perché non può permettersi di perdere gli ordini dei giornali.

Alcuni giornalisti che lavorano nei media non possono tornare a casa tutti gli anni per la Chunjie. A volte capita per motivi lavorativi, altre volte perché i figli sono troppo piccoli e preferiscono non sottoporli ad un lungo viaggio. Durante questo  periodo di festeggiamenti si sentono persi nella polvere di Beijing. Sperano che il Nuovo Anno del Drago allontani lentamente la polvere dal loro fiore.

Molti cinesi trascorrono la serata del Festival di Primavera intrattenendosi con spettacoli dal vivo, ma chi si occupa di pubblicità deve vedere la festività da un altro punto di vista, ovvero considerare tutto in pura chiave lavorativa.

Una venditrice ambulante di frittelle è la sorella maggiore di tre, ha un figlio e suo marito è un operaio edile. Negli ultimi sette anni è tornata a casa una sola volta. Ha spiegato che fare avanti ed indietro può creare troppi problemi, considerando anche il fatto che si trascorrono pochi giorni in famiglia.

{gallery}feste-lavoro-002{/gallery}

Zhou Jie del Fujian, lavora a Beijing da quando ha 27 anni. Dopo il matrimonio, avvenuto nella capitale ha fatto ritorno a casa raramente. Negli ultimi 7 anni ha lavorato molto alla sua bancarella di frutta.

Il signor Wang è sempre indaffarato si è spostato a Beijing a soli 23 anni, lavora a capo di una catena di ristoranti. Nel periodo della Chunjie non può permettersi di tornare a casa poiché, proprio in questo periodo, il business richiede il massimo dell’impegno. E’ stato riconosciuto come il "miglior manager” nel ramo del ristoro.

Una venditrice di pasta di Putian nella provincia del Fujian, ha detto che tornare a casa era troppo complicato. Il viaggio è lungo e per questo ha preferito non tornare dalla famiglia per la Chunjie.

Shirly che lavora in un supermercato, ha raccontato che prima e dopo la festa di primavera è molto impegnata nella promozione di regali e dolci. E’ lontana da casa, per questo ha trascorso i festeggiamenti con dei colleghi di Beijing. Ha 23 anni, ama la libertà e non ha nessuna fretta di sposarsi.

Xiao Zhao, dello Shaanxi, è arrivata a Beijing l'anno scorso per fare la cameriera in un ristorante. Grazie all’impegno con cui ha svolto il suo lavoro, il proprietario l’ha promossa come cassiera e receptionist, per questo la sua nuova posizione non le ha concesso di ritornara a casa dalla famiglia. Il prossimo anno sarà libera, poiché a maggio si sposerà con un soldato. Non vede l’ora di riabbracciare il suo amato.

Xu, un quindicenne, apprendista parucchiere da 7 anni, che si sta specializzando per diventare manager, quest'anno non è tornato a casa per la Chunjie. Sta risparmiando per aprire un negozio in proprio e neppure il prossimo anno festeggerà il Nuovo Anno con la sua famiglia.

Dopo gli spari dei fuochi d’artificio, petardi e miccette, mentre molti si dirigevano verso le proprie case per continuare i festeggiamenti in un ambito più raccolto con le famiglie, pronti all’azione ed ad una rapida pulizia le squadre della nettezza urbana, in tutta la Cina, hanno ripuliro le strade dagli scarti della festa. In queste foto, scattate nelle prime ore che precedono l’alba, i netturbini di Beijing spazzavano le strade del distretto Dongcheng.

{gallery}feste-lavoro-003{/gallery}

Reporter e Fotografie: Zhongxinwang, Zhang Longyun, Zhou Weiwen, Zhuo Zhongwe, Gong Bo, Wang Zhen, Hu Guolin, Pu Liangping, Song Wen, Gong Wenbo

Fonti: ChinaNews, Xinhua, 163.com