Chi e’ il senzatetto ridicolizzato dal web cinese

0
35

senzatetto-titleIl 14 gennaio, un giornalista a Qingdao, nella provincia dello Shandong ha visitato un senzatetto di 50 anni cinese soprannominato “big brother” ovvero “grande fratello”.

La casa di “big brother” è stata bruciata dalle fiamme di un incendio e da allora “big brother” vive in una baracca sgangherata. Il giornalista che ha visitato “big brother” ha cercato di comprendere le frustrazioni di una vita e le sue esperienze. L’uomo ha attirato l’attenzione su di sé dopo essere apparso sul web cinese, le immagini circolate lo hanno esposto alla pubblica piazza e hanno aperto domande sulla sua identità e sul perché vada vestito da donna. Alcuni lo avevano accusato di vestirsi da donna per attirare l’attenzione e divenire popolare in tutta la Cina. Lo stile ed il trucco lo avevano fatto etichettare come un volgare attore. E’ stato persino soprannominato il “fiore di malvagio Qingdao” ed anche “grande fratello fuoco”, per la notizia dell’incendio, trasmessa in onda nelle TV locali. Quando fu data la notizia infatti il vicinato intervistato anziché provare un po’ di compassione lo aveva accusato e schernito. Molti netizen lo hanno etichettato come “vecchio e stupido” colpevole dell’accaduto e delle sue disgrazie. L’uomo, che si chiama Liu Peilin è stato sposato, ma ora è solo.

 

 

{gallery}senzatetto{/gallery}

 

Nonostante le apparenze possano portare a credere che ” big brother” sia un po’ strano, egli dimostra di essere un gentiluomo, infatti, per non far sporcare il suo ospite, ha disteso un giornale sulla sedia dove ha invitato il giornalista a rilassarsi. Ha raccontato che la vita lo ha messo difronte a molti momenti deludenti, ma rimane fiducioso che arriveranno i giorni di sole. E’ stato adottato all’età di tre anni. Alla morte del padre ha ereditato un’antica dimora. Nel 1999, durante le trattative con la madre adottiva, ha dovuto vendere la dimora ad una cifra inferiore ai 100.000 RMB. Il giornalista tirocinante ha chiesto a Liu perché non si rechi in un centro d’accoglienza e l’uomo ha spiegato che non vi è alcuna dignità quando non vi è la libertà, preferisce la libertà e per questo accetta di vivere così, anche se non sopporta il freddo. La baracca in cui alloggia temporaneamente non ha porte e neppure finestre, si trova a decine di metri, da un cantiere dove Liu può usufruire solo di acqua scura e puzzolente, vi sono cavi elettrici, ma manca tutto il necessario per una vita confortevole dato che non vi è acqua potabile e mancano i servizi igienici. Non vi sono prese di corrente per la luce e per questo Liu usa una torcia per illuminare l’interno nelle ore notturne. Un vicino ricarica la torcia per lui quando si scarica. Distante dalla sua baracca in un barile di plastica si trova l’unica acqua di cui può disporre. Il barile ha una capacità di 50kg e ogni secchio che porta alla dimora temporanea lo utilizza in due o tre giorni. Non vuole vivere di elemosina o di malavita, è schierato contro il furto, preferisce raccogliere i rifiuti ogni giorno dignitosamente. Dalle nove del mattino inizia la sua giornata lavorativa. Guadagna 420 RMB al mese, in inverno anche 800, mentre nei mesi delle festività 1000 RMB. Egli ama la lettura, è appassionato sia di giornali che di libri. L’incendio ha procurato a “big brother” una grave perdita e ciò che non riesce a togliersi dalla mente e che lo fa star male, è che un mucchio di giornali, che conservava da una decina d’anni e i suoi libri siano bruciati. Ha mostrato al giornalista ciò che resta della casa dopo l’incendio. Avrebbe voluto salvare i suoi giornali ed i suoi piccoli e preziosi libri. Riferisce che nel suo diario aveva registrato più di 400 libri, i quali sono andati per lo più tutti bruciati. Il giornalista senza problemi ha chiesto a “big brother” la motivazione che lo spinge ad indossare abiti da donna. L’uomo ha risposto che quando era piccolo la madre adottiva lo vestiva da bambina e per questo si è abituato ad amare i vestiti da ragazza. Con il tempo la madre adottiva ha cercato con forza di togliere questa abitudine, (ndr. forse era troppo tardi). Inoltre “grande fratello” ha ripreso a vestirsi da donna poiché ritiene che il matrimonio comporti frustrazione, i rapporti tra uomo e donna possono essere deludenti. Non è motivato da alcuna perversione sessuale e non cerca denaro per sottoporsi ad un intervento di chirurgia per cambiare sesso (ndr. Idea sostenuta da alcuni netizen). Quando è stato intervistato, poiché il giornalista tirocinante lo ha trovato in piena lucidità mentale, ha informato Liu di come sia stata dipinta la sua immagine sulla rete. L’uomo ha dichiarato di sperare che tutti quelli che hanno riso di lui ora comprendano e abbiano un po’ più di rispetto per la sua situazione, che capiscano che la sua vita è stata intricata. Tra il cinismo, pochi lo avevano preso in simpatia. Ora alcuni si stanno svegliando e stanno iniziando a ritrattare le precedenti accuse contro Liu, ma altri continuano a credere che la storia sia una trovata pubblicitaria. Sun Shaojing, un professore associato del dipartimento della Fudan University specializzato in giornalismo e comunicazione, ritiene che siano molte le persone che esprimono simpatia per i più deboli della società attraverso il web, ma spesso non hanno tempo di esprimere questa simpatia nella realtà e per questo riversano i propri sentimenti online. Il grado di fiducia nel web è elevato, gli utenti pubblicano informazioni molto facilmente per comunicare con altri utenti. Il professore ha sottolineato che internet risulta per queste persone uno spazio aperto, razionale ed emotivo, ma dove molti sono più inclini ai conflitti. Ha anche detto che le ragioni dietro alle varie reazioni sul web sono complesse ed ogni volta i fattori da valutare sono diversi. Ad ogni modo l’intervista ha dimostrato quanto la rete cinese al giorno d’oggi possa anche diventare uno strumento di umiliazione e denigrazione immotivata. I netizen giudicandolo dal suo aspetto si erano divertiti a scherzare sulla sua immagine e a ridicolizzarlo sarcasticamente, pochi si erano dimostrati comprensivi e compassionevoli verso un senzatetto che trascorrerà la Chunjie da solo al freddo. Forse sarebbe sempre meglio cercare di comprendere prima di giudicare a priori non mancare di rispetto gratuitamente.

 

Fonti: 163.com, Mop.com